Interventi retroattivi e deroghe: 600 casi di tradimento fiscale

Statuto dei contribuenti, troppe violazioni. De Luise su La Stampa: “Almeno disposizioni più rilevanti siano elevate a rango di legge costituzionale” 

Dal 2000 ad oggi lo Statuto del contribuente, chiamato a regolare i rapporti tra il fisco ed i cittadini, è stato violato almeno 600 volte.
La presidente della Confesercenti, Patrizia De Luise, è intervenuta oggi sul tema sul quotidiano La Stampa affermando che la prima casa da fare, ovviamente, «è cancellare l’ articolo 91 della legge di Bilancio ripristinando i termini di decorrenza (1 gennaio 2017) dell’ Iri». Quindi, per evitare che in futuro lo Statuto del contribuente «continui ad essere ritenuta una legge scritta sulla sabbia, modificabile in qualunque momento da un’ altra legge ordinaria», servirebbe una innovazione forte. La proposta è che «almeno le disposizioni più rilevanti dello Statuto del contribuente vengano elevate a rango di legge costituzionale».

Leggi l’articolo integrale

Pin It