Lavoro accessorio, no a giochi politici sulla pelle delle imprese

 

 

“Sulla questione del lavoro accessorio stiamo assistendo ad uno spettacolo disarmante e deprimente. La giusta esigenza di evitare eventuali abusi si è trasformata in una contesa politica che non ha più nulla a che vedere con il lavoro. Si sta giocando sulla pelle delle imprese, che hanno assolutamente bisogno di una normativa che regoli le prestazioni occasionali e saltuarie, come avviene in tutte le economie avanzate. E ne hanno bisogno ora, visto l’imminente arrivo della stagione estiva”.

A dichiararlo è Mauro Bussoni, Segretario Generale di Confesercenti Nazionale.

“Abbiamo dato la massima disponibilità nei confronti di ogni ipotesi. Siamo d’accordo con l’aumento del valore orario dei buoni, abbiamo espresso parere favorevole all’introduzione – per la prima volta – di un tetto d’utilizzo per le aziende, alle liste dei settori ‘a rischio’, e diciamo sì anche alla previsione di un blocco minimo di quattro ore per le prestazioni lavorative occasionali. A questo punto temiamo che i bisogni delle imprese, in questa partita, non siano proprio considerati. In ballo c’è altro, si vuole usare il tema del lavoro accessorio come casus belli politico. Poi non ci stupiamo se, in una situazione politica ed economica come questa, la fiducia delle imprese crolla”.

“Per questo – conclude Bussoni – chiediamo al Governo di uscire dall’inerzia e di dare le risposte concrete che ci attendiamo. Inviteremo gli imprenditori italiani ad inviare mail denuncia al Ministero del lavoro per spiegare circostanziatamente le loro esigenze ed il danno che è stato arrecato loro per evitare un referendum che, con tutta probabilità, non avrebbe raggiunto nemmeno il quorum.  Lasciare aperto il buco normativo che si è creato con l’eliminazione dei buoni lavoro vuol dire mettere a repentaglio l’attività economica, in particolare quella delle PMI. Rischiamo di buttare via la stagione estiva in arrivo, con danno delle imprese, dei lavoratori e dell’intera economia italiana”.

 

 

Pin It