Padova ZTL: dal 23 luglio stop al centro anche di sera

Confesercenti Padova: dobbiamo rimanere una città accogliente

Un cambio netto quello che prenderà avvio dal 23 luglio in centro storico a Padova. Stop all’entrata di auto di sera e la domenica. I quattro varchi che fino ad oggi consentivano l’accesso dalle 20 in poi e nei giorni festivi (via Vescovado, riviera Mussato, ponte Barbarigo, via del Santo), resteranno chiusi fino alle 23.30 ed anche la domenica. Non cambia nulla invece per i varchi di largo Europa e via Busonera, chiusi 24 ore su 24.

“Un cambio importante che deve assolutamente essere gestito correttamente e con buon senso affinché Padova continui ad essere una città accogliente per tutti. Non possiamo rischiare di perdere presenze in città”, dichiara il Presidente Confesercenti Nicola Rossi . “Molto bene quindi l’apertura verso i clienti dei ristoranti che potranno accedere senza rischiare sanzioni. Una richiesta che abbiamo portato avanti da subito al tavolo di discussione con sindaco e vicesindaco, che è stata accolta con favore”.

“La gestione sarà a cura dei ristoratori che potranno regolarizzare le posizioni dei propri clienti inserendo su un portale on-line la targa dell’auto e lo scontrino della consumazione. Questa soluzione, oggi in via sperimentale – continua Rossi – l’abbiamo voluta per tutelare i nostri ristoratori che potranno continuare a lavorare serenamente. Chiaramente dovrà essere gestita nel modo corretto. Per quanto riguarda i parcheggi ne esistono (pochi) di liberi anche nella zona ztl, che sono quelli presenti da sempre. Va sottolineato quindi che la modifica alla ZTL non elimina o riduce i parcheggi ma bensì regolamenta gli accessi al centro storico in determinate aree”.

“Del resto – continua Rossi – chiunque arrivi con la propria auto in centro storico, al di là della ZTL scopre a proprie spese che dopo le 20 di sera (specialmente giovedì,venerdì,sabato) non c’è un posto non dove sostare ma dove semplicemente fermare per qualche minuto la propria auto. Va chiarito quindi che il problema di fondo non è la ZTL ma il recupero di nuovi spazi a ridosso del centro da adibire a PARK”.

Altra attenzione particolare Confesercenti pone allo scarico e carico merci. Qui cambiano le fasce orarie che da tre diventano due (4 -11 e 15-16) e gli utenti dovranno registrarsi e avere un tagliando rilasciato dalla polizia locale all’ufficio Ztl. In questa fase di sperimentazione i mezzi già registrati potranno usufruire delle vecchie fasce orarie fino al 9 settembre.

Bene quindi questa regolamentazione perché non era più possibile permettere un andirivieni di mezzi che metteva in difficoltà gli operatori. È importante però verificarne la funzionalità ed evitare che problemi per le operazioni di carico e scarico possano accadere in questo periodo. Alcuni commercianti infatti ci hanno segnalato di come un eventuale possibilità di scarico limitata alla ore 10,00 avrebbe creato difficoltà ad alcuni esercizi nel settore non alimentare che tradizionalmente, a seguito delle abitudini dei loro clienti, aprono il loro negozio alle 9,30. Infatti se fosse riconfermata la chiusura alle 10 avrebbero solo 30 minuti per la distribuzione e lo scarico, cosa questa impossibile.

“Ricordiamo che questa è una fase di sperimentazione – conclude Rossi – quindi raccoglieremo tutte le istanze ed ogni tipo di segnalazione da parte degli operatori per permettere delle valutazioni in fase di conclusione della sperimentazione. Confesercenti della provincia di Padova (del veneto Centrale) come di consueto mette a disposizione degli operatori (esercenti, commercianti ecc. del centro storico) indirizzo mail info@confpd.it  e assistente telefonico 049 8698611 al fine di segnalarci eventuali ulteriori problemi che dovessero sorgere in questo periodo di sperimentazione”.

Pin It