Preoccupazione di Confesercenti Emilia Romagna per i dati sulle piccole imprese commerciali

Le cifre sono emerse da un’indagine di Unioncamere

Preoccupazione per i dati emersi dall’indagine di Unioncamere E.R. sulla congiuntura del commercio nella nostra regione, che evidenzia il persistere di una ripresa altalenante e delle difficoltà in cui continua a trovarsi la piccola distribuzione, è stata espressa dal presidente della Confesercenti E.R. Dario Domenichini che ha dichiarato quanto segue:

L’indagine di Unioncamere, nonostante registri un lieve aumento delle vendite complessive dello 0,1% nel quarto trimestre, rileva come il 2017 si chiuda ancora con una flessione dello 0,5% e come le problematicità maggiori riguardino soprattutto le piccole imprese. Ciò significa che finora non sono state fatte adeguate politiche di sostegno ai piccoli imprenditori che si trovano penalizzati da un confronto impari con alla grande distribuzione, da una crescita esponenziale dell’e-commerce, da una concorrenza sleale frutto del persistere di molte forme di abusivismo e da una tassazione e da affitti non più sostenibili dai piccoli commercianti. La riduzione delle ditte individuali è il segno di come sia in crisi il modello di autoimpresa e come non ci siano azioni adeguate per agevolare e incentivare l’autoimprenditorialità. Ci aspettiamo che il nuovo Governo ponga fra le proprie priorità il rilancio e il sostegno di queste forme di impresa, necessarie alla qualità e alla sicurezza delle nostre città e allo sviluppo economico dell’intero Paese.”

Leggi le altre notizie “Dal Territorio”

Pin It