Siena: etruschi e lucani a banchetto sotto l’arcobaleno d’estate

Il 21 giugno a Murlo un suggestivo evento in due tempi tra storia, archeologia e cucina

Sotto l’arcobaleno d’estate un affascinante incontro tra etruschi e lucani, con tanto di banchetto. Succederà il 21 giugno a Murlo, con un evento in due tempi suddiviso tra il Museo Etrusco e la piazza delle carceri. In prima battuta, dalle ore 19, Etruria e Lucania metteranno a confronti culture e sapori con una conferenza multimediale. Poco più tardi, dalle 20.30, la piazza del paese ospiterà l’ultimo appuntamento prima dell’estate di Girogustando, la rassegna degli incontri tra cuochi d’Italia: la trattoria il Libridinoso di Murlo ospiterà La Latteria di Matera, per una gustosa versione contemporanea a 4 mani del banchetto etrusco e di quello lucano.

ETRURIA E LUCANIA: L’INCONTRO AL MUSEO. Il parallelismo tra queste antiche popolazioni, le cui tracce restano evidenti nella Toscana nella Basilicata contemporanee, prenderà avvio dal VI secolo Avanti Cristo, quando tanto a Poggio Civitate  (il promontorio che fronteggia Murlo) che a Torre di Satriano (20 chilometri a sudovest di Potenza) vennero edificate due sontuose ville principesche. Tra la fine del Novecento e i primi anni del Terzo millennio, i due edifici sono riemersi come preziose scoperte archeologiche durante le campagne di scavo in corso sulle tracce degli Etruschi e dei precursori dei Lucani. Una singolare analogia, che non è l’unica: le scoperte susseguitesi in epoca contemporanea testimoniano quanto entrambi i popoli fossero attenti al rito dell’alimentazione, tanto da poter parlare di “banchetto etrusco” e di “banchetto lucano”: lo faranno il 21 giugno il Direttore del Museo Etrusco di Murlo Giuseppe M. Della Fina, il Soprintendente Archeologia, Belle arti e Paesaggio della Basilicata Francesco Canestrini e l’archeologo  Francesco Tarlano. E così oggi, ad inizio estate 2018, il doppio approfondimento storico diventerà  il preludio ideale ad un l’incontro a quattro mani tra due realtà dedite ai sapori autoctoni.

IL BANCHETTO A 4 MANI IN PIAZZA. Dopo la conferenza, spostandosi dal Museo alla piazza,  la Trattoria il Libridinoso di Murlo e la Latteria di Matera daranno vita ad un adattamento etrusco-lucano di Girogustando, la rassegna dei cuochi d’Italia che s’incontrano. “Impiegheremo tre presidi Slow food del nostro territorio – anticipa Emanuele Rizzi da Matera –  l’oliva di Ferrandina, la salsiccia e  la pera Signora”. Per parte loro, dal Libridinoso annunciano: “cominceremo con una crema di pecorino in purezza – dice Donatella Barcelli – e poi un tiramisù di porcini al guanciale, ovvero una creazione ispirata direttamente alla nostra filosofia di cucina. Il secondo coniugherà qualità e biodiversità, con una ricetta di cinghiale al cioccolato mutuata da Giovanni Righi Parenti, il nostro nume tutelare”.

“A TAVOLA CON GLI ANTICHI POPOLI ITALICI” È un’iniziativa a cura di Confesercenti Siena, Museo Etrusco di Murlo e Soprintendenza Archeologia Belle arti e Paesaggio della Basilicata, inserita nel programma di Toscana Arcobaleno d’Estate. Con il patrocinio del Comune di Murlo. La partecipazione alla conferenza delle ore 19 sarà libera. La partecipazione al menu degustazione a 4 mani delle 20.30 avrà un costo di 35 euro: prenotazioni al tel. 0577 046541.

Cliccare qui per leggere il programma

Pin It