Terredamare e terre di montagna. Il valore di lavorare in rete

Il Consorzio Terredamare della Calabria in Trentino per vivere sul campo l’esperienza e il valore della Rete

“Terredamare e terre di montagna. Il valore di lavorare in rete” è il nome dell’iniziativa  che il Consorzio Terredamare ha promosso e realizzato per i suoi soci, che, da domenica 14 a giovedì 18 gennaio, saranno in trasferta ad Andalo, nel Trentino, per vivere sul campo l’esperienza della Rete e apprezzarne dal vivo tutto il suo  valore.

Il Consorzio Terredamare – che raggruppa, attualmente, 33 strutture balneari dislocate in 18 Comuni, tra Calabria e Lucania oltre a strutture di ricettività diurna e notturna ed enti e istituzioni facenti parte di due Associazioni Temporanee di Scopo, La Riviera di San Francesco sul Tirreno e Riviera dei Sibariti sullo Ionio –  chiude idealmente il primo lustro di attività e attraverso questo viaggio- studio intende tracciare il bilancio di questi cinque anni, nel contempo che si proietta nel futuro con altri ambiziosi obiettivi.

Gli anni di attività del Consorzio Terredamare sono cinque, ma alle spalle della sua legale costituzione ci sono decenni di paziente tessitura che la Confesercenti provinciale e regionale hanno profuso senza alcun risparmio di tempo ed energie, affinché anche in Calabria si possa, sempre più, parlare di turismo non più come risorsa ma come settore trainante dell’economia regionale e non solo.

Il programma del viaggio-studio, stilato dall’economista del turismo Sergio Stumpo in collaborazione con la Segretaria del Consorzio, prevede visite sul territorio e raccolta di informazioni sulla località ospitante e le diverse tipologie di accoglienza; incontri istituzionali, condivisi con il Direttore Generale Confesercenti Trentino –  Libera Gloria Bertagna, con l’Amministrazione Comunale di Andalo e i responsabili dell’Ufficio Informazioni Turistiche della località trentina; confronti su iniziative in concerto con Enti pubblici nelle politiche turistiche; scambio di esperienze di best practices; realizzazioni di tavoli tematici per la generazione di idee da trasformare in programmi consortili per il 2018; incontri tra il Presidente Confesercenti Calabria – Vincenzo Farina e il Presidente Confesercenti del Trentino – Renato Villotti.

E chissà che quest’esperienza in un territorio proverbialmente votato all’accoglienza turistica, possa generare, fra tutti i suoi effetti, già dai prossimi mesi, quello di poter designare con Terredamare non più solo un consorzio di strutture balneari e il suo organo di informazione ufficiale, ma anche una vera e propria destinazione turistica che si traduce subito in: Calabria.

Leggi le altre notizie “Dal Territorio”

Pin It