Vendita a pacchetto impianti Esso, Faib, Fegica e Figisc ricorrono alle vie legali. Presentato il ricorso in via d’urgenza verso Esso, Petrolifera Adriatica e Retitalia contro abusi e violazioni di legge

Faib, Fegica e Figisc, nell’ambito dell’operazione di cessione degli impianti Esso operata tramite il cosiddetto modello grossista, dopo una complessa azione politico sindacale con le controparti petrolifere (Esso, Petrolifera Adriatica e Retitalia) e un articolato confronto tra i gruppi dirigenti, hanno dato indicazioni ad un pool di studi Legali (Prof. Avv. Paolo Grassi, Studio Garzone e Studio Legale Auditorium) di perfezionare un’ azione legale in via di urgenza contro le suddette petrolifere.
L’azione, attualmente in corso, è stata già rubricata al Tribunale di Roma.
E’ un’azione cui le Federazioni dei gestori sono state costrette a ricorrere, contro i ripetuti abusi, stante la pervicace volontà delle controparti tutte di operare al di fuori del quadro normativo definito e di approfittare di una posizione dominante nel rapporto economico in essere con i gestori a marchio. A nulla sono valse le argomentazioni che sono state portate ai diversi Tavoli negoziali, tutte si sono scontrate con il netto rifiuto a rispettare gli accordi in essere.
Tra pretese varie e fantasiose, furberie più o meno mascherate da ragioni di mercato ed eccezioni di carattere privatistico, le controparti hanno da una parte sistematicamente eluso le questioni poste al Tavolo e dall’altro perseguito una logica negoziale one to one, mettendo i gestori nella obiettiva posizione di subalterna e necessitata condizione di squilibrio e debolezza contrattuale.
Per le tre Federazioni è stato dunque necessario ricorrere alle vie legali, a tutela dei gestori di impianti di distribuzione di carburante a marchio Esso ceduti.
L’azione legale mira ad ottenere il rispetto delle previsioni contenute nell’Accordo aziendale siglato il 16 luglio 2014 per la rete a marchio ceduta, salvaguardando le condizioni economiche e normative condivise in sede di accordo tra Esso e Faib, Fegica e Figisc a favore dei gestori; condizioni che automaticamente si trasferiscono al nuovo acquirente fino alla stipula di un nuovo Accordo, essendo chiarita la validità dell’Accordo in essere sino al rinnovo di una nuova intesa tra le parti. L’azione legale è anche intesa alla revoca degli eventuali Accordi siglati secondo la logica illegale del one to one, siglati contro Legge.
Nei prossimi giorni le Federazioni illustreranno con un’apposita iniziativa nel dettaglio le azioni intraprese.

Leggi le altre notizie “Dalle Categorie”

Pin It