1971-2021: da 50 anni Confesercenti Modena è vicina alle imprese del territorio

Il Direttore Rosselli: “Sono cinquant’anni di valori, di impegno e passione: un supporto che continueremo ad assicurare per la tutela delle imprese”

L’associazione di categoria modenese compie mezzo secolo di attività: “Anche nei momenti più difficili siamo stati al fianco dei nostri associati, piccole e medie imprese che hanno contribuito e contribuiscono tuttora in modo fondamentale alla tenuta economica e occupazionale del nostro territorio – afferma il Direttore provinciale Marvj Rosselli. – Sono cinquant’anni di valori, di impegno e passione: un supporto che continueremo ad assicurare per la tutela delle imprese, indispensabile soprattutto nell’attuale contesto, minato dalle pesanti conseguenze sanitarie ed economiche della pandemia

Era il 20 maggio 1971 quando le prime federazioni di categoria Uncic, Anva, Faib, e Fiarc fondarono Confesercenti di Modena. Oggi, 50 anni dopo, l’associazione modenese rappresenta migliaia di Piccole Medie Imprese del commercio, del turismo, dei servizi, del Lavoro autonomo e dell’artigianato riunite in oltre 70 federazioni di categoria, con professionisti qualificati che operano nella rete capillare di uffici che si aggiungono alla sede provinciale,

In questi 50 anni Confesercenti Modena ha fatto della solidarietà e dell’unità i propri punti di forza per rivendicare diritti delle imprese associate e ha consentito di creare e organizzare un’identità collettiva con un importante radicamento nel territorio. Nel tempo, l’associazione si è adeguata agli innumerevoli cambiamenti che si sono resi necessari per rendere più efficace l’azione di tutela, rappresentanza e servizio che la caratterizza: la salvaguardia delle PMI, tutelandone gli interessi, promuovendone lo sviluppo e affiancandole nelle scelte.

Per queste nozze d’oro con il territorio modenese – che coincidono anche con i 50 anni di Confesercenti Nazionale e il rinnovamento del logo e dell’immagine coordinata – l’associazione è pronta a nuove sfide: “Il nostro spirito associativo – che può sembrare anacronistico in un mondo in cui tende a prevalere l’individualismo ¬- non è stato intaccato dalle difficoltà ma, al contrario, ne è uscito rafforzato e si è dimostrato forza propulsiva indispensabile per far fronte alle crescenti difficoltà economiche e finanziarie, a normative spesso confuse e contraddittorie, ad abitudini di consumo in rapida e inesorabile trasformazione – sottolinea Marvj Rosselli, Direttore provinciale Confesercenti Modena – Mai fondamentale come nel momento attuale: la gravità di questa crisi, la più rilevante dal dopoguerra, ci impone di ribadire con forza l’importanza sempre attuale dello spirito associativo e di rappresentare al meglio, in tutte le sedi di confronto locali, regionali e nazionali, le istanze dei nostri soci”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email