28 settembre 2018 – Consiglio dei Ministri: Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (NaDef) 2018 – Gli altri provvedimenti

NOTA DI AGGIORNAMENTO AL DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2018

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, ha approvato la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (NaDef) 2018.

Il programma di politica economica e finanziaria del Governo illustrato nella NaDef è coerente con il contratto di Governo e con la risoluzione parlamentare sul Def 2018 approvata il 19 giugno scorso.

I punti principali sono:

  • la cancellazione degli aumenti dell’Iva previsti per il 2019;
  • l’introduzione del reddito di cittadinanza, con la contestuale riforma e il potenziamento dei Centri per l’impiego;
  • l’introduzione della pensione di cittadinanza;
  • l’introduzione di modalità di pensionamento anticipato per favorire l’assunzione di lavoratori giovani (superamento della legge Fornero);
  • la prima fase dell’introduzione della flat tax tramite l’innalzamento delle soglie minime per il regime semplificato di imposizione su piccole imprese, professionisti e artigiani;
  • il taglio dell’imposta sugli utili d’impresa (Ires) per le aziende che reinvestono i profitti e assumono lavoratori aggiuntivi;
  • il rilancio degli investimenti pubblici attraverso l’incremento delle risorse finanziarie, il rafforzamento delle capacità tecniche delle amministrazioni centrali e locali nella fase di progettazione e valutazione dei progetti, nonché una maggiore efficienza dei processi decisionali a tutti i livelli della pubblica amministrazione, delle modifiche al Codice degli appalti e la standardizzazione dei contratti di partenariato pubblico-privato;
  • un programma di manutenzione straordinaria della rete viaria e di collegamenti italiana a seguito del crollo del ponte Morandi a Genova, per il quale, in considerazione delle caratteristiche di eccezionalità e urgenza degli interventi programmati, si intende chiedere alla Commissione europea il riconoscimento della flessibilità di bilancio;
  • politiche di rilancio dei settori chiave dell’economia, in primis il manifatturiero avanzato, le infrastrutture e le costruzioni;
  • lo stanziamento di risorse per il ristoro dei risparmiatori danneggiati dalle crisi bancarie.

CAMERA DEI DEPUTATI

Annunciata nella seduta di ieri, 27 settembre, la presentazione del seguente disegno di legge di iniziativa governativa:

  • Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2018 (C.1201)

ATTI DI INDIRIZZO E CONTROLLO

  • Misure di semplificazione PMIRisposta del Governo all’interrogazione 5-00545 Silvestroni: Sulle misure di semplificazione a favore delle PMI.
  • ZES Risposta del Governo all’interrogazione 5-00546 Alemanno: Su questioni in materia di zone economiche speciali.
  • Valorizzazione centro storico Forlì – Interrogazione 5-00552 a prima firma dell’On. Marco Di Maio (Pd) in cui si chiede al Governo se intenda attivarsi per promuovere un incontro istituzionale tra comune e Agenzia del demanio volto ad attivare un protocollo istituzionale finalizzato alla destinazione dei locali che si affacciano sulla piazza Saffi di Forlì come locali commerciali, con l’obiettivo di valorizzare il centro storico.

COMMISSIONE AMBIENTE (riunita con Comm. Attività produttive)

  • Compravendita beni usati – Avviato l’esame del Ddl recante Disposizioni per la disciplina e la promozione dell’attività di compravendita di beni usati, istituzione del Consorzio nazionale del riuso, nonché disposizioni per la formazione degli operatori del settore (C.56 e abb.). I relatori Vignaroli (M5s) e Bazzaro (Lega) hanno illustrato il provvedimento (Resoconto).

SENATO DELLA REPUBBLICA

ASSEGNAZIONE PROPOSTE DI LEGGE

  • Responsabilità amministrativa società – Assegnata alla Comm. Giustizia la seguente proposta a prima firma della Sen. Valente (Pd,  Comm. Giustizia): Modifica al decreto legislativo 8 giugno 2011, n. 231, in materia di responsabilità amministrativa delle società di capitali, cooperative e consortili (726).
  • Regime forfetario esercenti – Assegnata alla Comm. Finanze la seguente proposta a prima firma del Sen. Romeo (Lega, Comm. Finanze): Modifiche all’articolo 1 della legge 23 dicembre 2014, n. 190, in materia di regime forfetario per le persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni (S.701).
  • Agevolazioni fiscali ZES e ZLS – Assegnata alla Comm. Finanze la seguente proposta a prima firma del Sen. Urso (FdI, Comm. Affari esteri): Nuove misure per le zone economiche speciali (ZES) ed estensione delle agevolazioni fiscali alle zone logistiche semplificate (ZLS) (S.732).
  • Etichettatura prodotti alimentari – Assegnata alla Comm. Agricoltura la seguente proposta a prima firma della Sen. Donno (M5s, Comm. Difesa): Modifiche all’articolo 4 della legge 3 febbraio 2011, n. 4, in materia di etichettatura dei prodotti alimentari (S.607).
  • Aperture domenicali esercizi commerciali – Assegnata alla Comm. Industria la seguente proposta a prima firma del Sen. Castaldi (M5s, Comm. Industria): Nuove disposizioni in materia di disciplina delle aperture domenicali e festive degli esercizi commerciali (611).
  • Aperture domenicali esercizi commerciali – Assegnata alla Comm. Industria la seguente proposta a prima firma del Sen. Romeo (Lega, Comm. Finanze): Modifiche al decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, in materia di aperture domenicali e festive degli esercizi commerciali (S.754).
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email