Alluvione Genova, De Luise: “ Stimati danni per oltre 200 milioni”

Oltre 2400 le imprese che hanno chiesto aiuto, quasi 10.000 i posti di lavoro a rischio

 

“Ammontano a oltre 200 milioni di euro i danni subiti dalle imprese a seguito dell’alluvione del 9 ottobre scorso a Genova. Così Patrizia De Luise, presidente di Confesercenti Genova e vice presidente nazionale dell’associazione, a margine della presentazione dell’iniziativa ‘solidarietà a tasso zero’ attivata insieme ad Unicredit.
“La situazione è critica – ha aggiunto De Luise – perché molte delle attività alluvionate erano già state distrutte nel 2011, e oggi sono in ginocchio, non sapendo come pagare le rate dei mutui accesi tre anni fa e dovendo far fronte a questa nuova emergenza. Auspichiamo che anche da parte delle istituzioni vengano attivate procedure snelle e veloci a sostegno degli alluvionati”. Sulla base delle segnalazioni pervenute a Confesercenti tramite lo sportello attivato dopo l’alluvione, sono oltre 2400 le imprese che hanno chiesto aiuto, quasi 10.000 i posti di lavoro a rischio. “Se tre anni fa i danni erano stati pari circa 100 milioni di euro
complessivi – ha aggiunto De Luise – oggi quella cifra è destinata almeno a raddoppiare. Questa volta, infatti, la devastazione ha colpito una zona ben più vasta della città, da Sestri Ponente a Cornigliano, dalla Foce a Certosa colpendo un numero molto maggiore di imprese, con danni ingentissimi”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email