Amiu-Iren, Confesercenti: “No ad ulteriori aumenti Tari: delibera da cambiare e senza sconti dalle opposizioni”

dameri_direttore confesercenti OTTIl consiglio comunale ha rinviato la votazione della delibera che avrebbe dovuto decidere della fusione tra Amiu ed Iren e delle nuove tariffe Tari per il 2017, rispetto a cui Confesercenti e le altre associazioni aderenti al Tavolo della Pmi di Genova hanno manifestato a piazza De Ferrari per scongiurare nuovi, insostenibili aumenti a carico delle imprese.

«Il rinvio della votazione è il sintomo più evidente di un provvedimento che presenta molteplici problematiche e, come già detto, più interrogativi che certezze – commenta Andrea Dameri, direttore di Confesercenti Genova -. Riteniamo grave l’assenza di qualsiasi risposta alla richiesta d’incontro con il sindaco formulata dalle associazioni delle pmi.

«Chiediamo anche una chiara presa di posizione da parte delle forze di opposizione affinché non si limitino ad una semplice astensione e votino compattamente no alla delibera, a tutela dei cittadini e delle imprese genovesi. Speriamo che questa settimana possa determinare modifiche sostanziali al testo, in modo da non dover superare ancora i livelli già stellari delle bollette Tari genovesi».

Leggi le altre notizie Dal Territorio

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email