Attentato Bruxelles, Confesercenti Roma: “colpito un simbolo di libertà”

 

Assoturismo Confesercenti Roma esprime  cordoglio  alle vittime dell’attentato di questa mattina all’aeroporto di Bruxelles. Anche un forte senso di sdegno percorre l’Associazione in quanto è stato colpito un simbolo Europeo non solo Politico ma uno dei punti di snodo nevralgici della libera circolazione europea anche a livello turistico. Atti vigliacchi ed imperdonabili  ma che non intimoriranno il vecchio continente.

Dopo la notizia di questa mattina delle esplosioni all’aeroporto di Bruxelles , c’è rischio di un nuovo black out per il libero spostamento delle persone, nelle prenotazioni alberghiere e nel turismo in generale.

Già nel Gennaio 2016 gli arrivi nella capitale di provenienza belga sono stati circa 4000 e le presenze di circa 10,000, grazie anche ai frequenti voli a basso costo.  La cosa che intimorisce adesso, è che torni la paura, cosa che vogliono gli autori di questi fatti ignobili, l’effetto che ha prodotto Parigi nelle settimane successive agli attentati.

Daniele Brocchi Coordinatore turismo Roma: “già debole la ripresa, speriamo tutti nella Pasqua per vedere se c’è un cenno di ripartenza , a questo punto è tutto un punto interrogativo , tutto viene rimesso in discussione. In questi giorni faremo una ricognizione per capire se ci saranno ripercussioni nel settore”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email