Bankitalia: a maggio frena tasso crescita delle sofferenze

Al 21,7 per cento rispetto al 22,3 per cento di aprile

Rallenta il tasso di crescita delle sofferenze. E’ quanto emerge dalle rilevazioni di Bankitalia sulle principali voci dei bilanci bancari. In dettaglio a maggio il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze – senza correzione per le cartolarizzazioni ma tenendo conto delle discontinuità statistiche – e’ risultato pari al 21,7 per cento rispetto al 22,3 per cento di aprile.

Per quanto riguarda l’andamento dei tassi di interesse, sempre a maggio quelli sui finanziamenti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni sono stati pari al 3,65 per cento (3,63 nel mese precedente); quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo al 9,35 per cento (9,37 per cento ad aprile). I tassi d’interesse sui nuovi prestiti alle societa’ non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro sono risultati pari al 4,18 per cento (4,27 per cento ad aprile); quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia al 2,58 per cento (2,66 per cento ad aprile). I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari allo 0,87 per cento (0,89 per cento ad aprile).

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email