Bankitalia, Messina: dati che confermano danni gravissimi a filiera turistica

Ora fondamentali programmazione e investimenti mirati Recovery Plan

Sono dati che confermano, purtroppo, i danni gravissimi che la pandemia sta causando all’intera filiera del turismo, che vive l’incertezza della ripartenza. Per questo, proprio perché non usciremo a breve dalla crisi, è fondamentale la programmazione, nel medio periodo, di interventi di ristori in aiuto del settore insieme a misure in vista della ripresa, per consentire a tutto il comparto di essere pronto quando finalmente si potrà riavviare il motore della macchina turistica.

Così Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti, commenta la nota di Bankitalia sui conti economici e finanziari durante la crisi sanitaria del covid-19.

Il momento è particolarmente delicato, con l’apertura della crisi di governo, serve grande senso di responsabilità da parte di tutti per traghettare il Paese fuori dalla crisi. Grande attenzione e importanza viene riposta dagli imprenditori del turismo, che vivono dall’inizio della pandemia le preoccupazioni relative non solo alla sopravvivenza delle aziende ma soprattutto attendono risposte in vista della fase di rilancio, ai fondi del Recovery Plan e a come questi dovranno essere investiti, in favore di un comparto che rappresentava, prima della crisi sanitaria, il 13,5% del Pil nazionale.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email