Bari, saldi in picchiata: fino a -45% nella prima settimana

Confesercenti chiede alla Regione di convocare un tavolo tecnico

Posticipare i saldi invernali a Marzo: questa la proposta di Confesercenti Bari che denuncia come “i saldi invernali, iniziati tra 2 e il 5 gennaio, solo nella provincia, nell’area murgiana hanno fatto realizzare un 40-45%, con punte anche del 70% rispetto al 2018 che segnava già un meno 15%.

Cifre allarmanti per Confesercenti, per uno degli appuntamenti più importanti, secondo solo al Natale, per i commercianti.

Possibili cause: il gelo, che ha frenato l’assalto ai negozi, ma anche la crisi, la forte concorrenza dell’e-commerce e della Gdo ed i pre-saldi.

Confesercenti Bari chiede alla Regione “di sedersi agli Stati Generali delle regioni e discutere insieme le future date che devono farli tornare vendite di fine stagione”.

Cliccare qui per vedere il video

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email