Carpi, Confesercenti: “utile il tavolo della legalità. Ora si passi al contrasto dei fenomeni criminosi”

Molti gli imprenditori che si stanno dotando di sistemi di difesa passivi. Occorre un maggior presidio nelle ore di chiusura.

Carpi, Confesercenti: "utile il tavolo della legalità. Ora si passi dalla fase di analisi, al contrasto dei fenomeni criminosi” “Un crescendo di episodi criminosi, quello che sta avvenendo in città che non lascia tranquilli i commercianti e su cui non deve venir meno l’attenzione”.

Questo il commento di Confesercenti Terre d’Argine a margine del brutto fatto di sabato scorso quando un commerciante – a cui l’Associazione imprenditoriale manifesta la propria vicinanza – è rimasto vittima di una rapina, immediatamente dopo la chiusura dell’attività. “Episodio rilancia il tema dell’importanza della sicurezza oltre al fatto di un maggior presidio del territorio a ridosso delle ore di chiusura: quelle che si ripropongono come le più vulnerabili dato l’approssimarsi della stagione invernale”, tiene a precisare l’Associazione.

Confesercenti, riconoscendo il lavoro indefesso portato avanti da parte delle forze dell’ordine, ritiene opportuno evidenziare come molti imprenditori stanno ricorrendo ai sistemi di sicurezza passivi.

“Gli esercenti non lesinano certamente di fare la loro parte. È noto infatti da tempo l’impegno di dotarsi di tutti quegli accorgimenti utili a dissuadere rapine, furti e ogni sorta di tentativi orientati a tal senso. Resta il fatto che detti strumenti rappresentano sì un deterrente, che però da solo non basta alla prevenzione totale. Sono utili pertanto azioni che prevedano l’attivazione dei sistemi di difesa passivi, ma integrati con un presidio del territorio più capillare, specie a ridosso delle ore serali.”

 L’Associazione tiene inoltre a puntualizzare anche un altro aspetto. La recente istituzione del tavolo per la legalità è un passo che indubbiamente va nella giusta direzione rispetto al tema della sicurezza in città. È fondamentale però che a questo punto, dato che il tavolo è stato costituito, si passi dalla fase di monitoraggio ed analisi dei fenomeni criminosi a quella del contrasto effettivo sul territorio”, conclude Confersercenti.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email