Commercio online, Confesercenti Modena: “Ecco sette consigli per essere imprese vincenti sulla rete”

impresedigitali

Sette consigli per essere imprenditori vincenti in rete. Le indicazioni sono state date ieri pomeriggio in Confesercenti. La sede di via Ferrari ha ospitato l’ incontro “Comunicare e vendere attraverso i social media”.  Per il primo incontro della serie gli organizzatori sono partiti dalla piattaforma sociale più utilizzata: Facebook. Come avere maggiore visibilità? «Innanzitutto definite il vostro pubblico di riferimento – ha spiegato Vanessa Luosi, media planner – e scrivete post leggibili da mobile». Un’ indicazione non di poco conto: 9 utenti su 10 consultano il social network da cellulare o smartphone. L’ elenco prosegue. «Interagite con il pubblico – ha detto ancora Luosi – rispondendo anche alle critiche e facendo sondaggi; proponete belle immagini; raccontate la vostra storia; metteteci la faccia; controllate gli “insight” per correggere i contenuti e le modalità di pubblicazione». Gli “insight” sono dati sia sugli utenti sia i post. Contengono anche gli “orari di punta” in cui è meglio pubblicare notizie. Piccoli tesoretti da non ignorare. «I giovani imprenditori spesso sono molto disorientati – ha ammesso Massimiliano Catalano, esperto di nuove tecnologie – perché fanno da sé, sperando di ottenere risultati che magari non ottengono». Perché? «Magari qualcuno si lancia su tutti i social – ha ripreso Catalano – ma serve una selezione iniziale rispetto al “target”. È utile partire da una piattaforma e poi espandersi. Se uno si rivolge a persone sopra i 60 anni Facebook potrebbe essere la scelta sbagliata e sarebbe meglio Twitter». Due piattaforme diverse, due differenti ritorni. Nella prima le valutazioni partono dagli “insight”, nella seconda sulle etichette o “hashtag”. All’ incontro c’ erano anche aspiranti imprenditrici. «È un tema interessante per chi vuole aprire un’ attività – ha spiegato Carlotta Barberini – a me piacerebbe iniziare con un bar o un locale. Ormai sono tutti su Facebook e molti non sono aggiornati». Tra i motivi anche l’ assenza di tempo. «Nel 2016 vorremmo meno burocrazia – ha ribadito Susanna Martini, presidente di Impresa Donna della confederazione – e non fare le commercialiste. S’ impiega più tempo a sbrigare le pratiche che a lavorare». Ci può essere anche una conoscenza non approfondita delle potenzialità della rete. «La comunicazione è una sfida da vincere – ha detto Mariska Cavietti – perché è difficile vendere bene il proprio prodotto. Se siamo bravi imprenditori ci si riesce». Messaggio condiviso da Ilaria Lugli. «È importante che tra la pagina personale e quella professionale vi sia coerenza – ha garantito in veste di presidente dei Giovani imprenditori di Confesercenti Modena – e anche condividere le notizie». Ogni quanto? «Per un’ azienda può andar bene mettere da 3 a 5 post interessanti alla settimana – ha concluso Luosi – l’ importante è non scriverne tre e poi sparire per due settimane. Anche un commento positivo dei fan è una pubblicità gratuita».

Da la Gazzetta di Modena

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email