Confesercenti Abruzzo, Sulmona: necessario un vero e proprio “Piano Regolatore” per il centro storico

L’Associazione: “La nostra proposta di un ‘Patto per la città’ prendere forma. Subito un confronto tra le associazioni di categoria, l’architetto La Civita e l’Amministrazione Comunale”

La Confesercenti del Centro Abruzzo si attende un confronto serrato e costruttivo con l’architetto Luigi La Civita, il Sindaco e la sua Amministrazione, perché le imprese e il comune, insieme, possono rilanciare l’intera Città di Sulmona e arginare la desertificazione del commercio, dell’artigianato e delle altre attività produttive entro le mura. Infatti, in questo periodo di crisi, assume un ruolo di fondamentale importanza un piano per ridisegnare il Centro Storico, sia per i contenuti sia per il necessario e positivo confronto tra le imprese e le istituzioni.

L’Associazione di categoria chiede al tecnico incaricato e all’Amministrazione comunale un confronto costruttivo per la stesura di un vero e proprio “Piano Regolatore” della “Città entro le mura”; un Piano necessario per fermare il processo di desertificazione urbana in atto a causa di una eccessiva pressione fiscale, della contrazione evidente dei consumi e del degrado delle opere pubbliche e private. Pertanto, non è solo una questione di “ridisegnare” il Centro, bensì la programmazione di uno sviluppo armonico dell’economia locale che deve essere rinnovata e stimolata con interventi urbanistici e con investimenti pubblici.

Purtroppo, sottolinea la Confesercenti, le chiusure delle imprese commerciali sta causando una nuova emergenza a Sulmona; per questo bisogna intervenire urgentemente per invertire questa tendenza e rilanciare il commercio anche prevedendo il Centro storico quale “Zone defiscalizzata” per dare maggiore impulso alle nuove aperture e un sostegno alle imprese che resistono, nonostante tutto.

La Confesercenti del Centro Abruzzo, nel chiedere un incontro con il tecnico e l’Amministrazione, ricorda che i negozi urbani non sono solo una barriera al degrado cittadino, ma anche un volano per l’industria turistica ed il principale veicolo attraverso il quale la spesa dei visitatori ricade sul territorio. Non solo: la presenza di negozi fa rivivere il centro storico della Città di Sulmona, ma anche i quartieri, trasformando i rioni e le arterie storiche in potenti attrattori turistici, veri e propri “catalizzatori” che svolgono il ruolo di potenziatori del valore storico-culturale della Città. Questo significa per Confesercenti “ridisegnare il centro storico”. L’architetto La Civita, il Sindaco e la sua Amministrazione, debbono rendersi conto che è necessario e non rinviabile ricreare le condizioni e l’ambiente favorevole allo sviluppo delle piccole imprese a Sulmona e a rendere quest’ultima sempre più vitale, attrattiva, accessibile, sicura e sostenibile.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email