fbpx

Confesercenti Arezzo: Presentata la 21ª edizione dei “I Centogusti dell’Appennino”

Il Direttore Alvisi: “Come Confesercenti abbiamo deciso di condividere e sostenere la manifestazione perché crediamo fortemente nella capacità e necessità strategica di lavorare in sinergia favorendo così una maggiore valorizzazione stessa dei territori con i loro prodotti tipici, la loro rete ricettiva”

Con l’arrivo dell’autunno, Anghiari da venerdì 29 ottobre e fino al 1° novembre, si prepara ad accogliere la mostra mercato de “I centogusti dell’Appennino”. Presentata questa mattina l’edizione n°21 con numeri significativi: saranno infatti 32 gli espositori presenti, provenienti anche da alcune regioni limitrofe come Umbria, Marche, Emilia Romagna, con innumerevoli prodotti d’eccellenza, dai pecorini al cioccolato, dai vini agli ortaggi, dai dolci tipici ai salumi, dalle birre artigianali alle marmellate, con possibilità di degustazioni e acquisto sul posto, con il vantaggio di un dialogo diretto con le aziende produttrici. Il tutto sarà accolto come da tradizione nel centro storico di uno dei borghi più belli d’Italia, che per l’occasione aprirà le tipiche botteghe per ospitare le aziende e i visitatori.
Presentata questa mattina la manifestazione in sala del consiglio comunale alla presenza del Comune di Anghiari, della Pro Loco, della Confesercenti, della Camera di Commercio di Arezzo-Siena, del Centro Commerciale Naturale Vie di Anghiari e della Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo.

“I Centogusti dell’Appennino – afferma il sindaco Alessandro Polcri – è un’iniziativa ormai collaudata da anni, che forse è quella che in maniera maggiore è in grado di muovere non solo visitatori dalla nostra provincia ma anche tanti turisti da fuori regione e al contempo di coinvolge tutto il nostro centro storico. Voglio ringraziare per lo sforzo profuso la Pro Loco con il suo presidente, Confesercenti e Camera di commercio di Arezzo- Siena, il Centro Commerciale Naturale Vie di Anghiari e la Banca di Anghiari e Stia. La ripartenza turistica

In un momento di grande difficoltà come quello che stiamo vivendo, – ha sottolineato Piero Calli, Presidente della Pro Loco- legato all’emergenza Covid-19, la macchina organizzativa de “I Centogusti” non si è lasciata scoraggiare e ha lavorato durante questi mesi per offrire, in sicurezza, a tutti i visitatori che sceglieranno Anghiari come meta del loro viaggio nei giorni 29-30-31 ottobre e 1° novembre, un ricco fine settimana alla scoperta del paese tiberino (teatro della famosa battaglia tra fiorentini e milanesi) e delle eccellenze dell’enogastronomia. L’importante era ripartire, lo dovevamo a tanti espositori che da sempre ci seguono con professionalità e disponibilità e che spesso sono cresciuti insieme alla nostra stessa manifestazione.
Nei giorni della mostra saranno attivi un punto di ristoro, con il rinomato brustichino anghiarese (pane “abbrustolito” con salsiccia, olio di frantoio, sale e aglio), ed il caratteristico braciere per la cottura diretta delle Castagne del Ponte alla Piera. Non solo food, ma anche benessere e valorizzazione del territorio grazie anche all’annuale “Camminata dei Centogusti” che si svolgerà domenica 1° novembre con partenza dalle mura.

Come Confesercenti – commenta il direttore provinciale Valeria Alvisi – abbiamo deciso di condividere e sostenere la manifestazione, inserendola all’interno della nostra progettazione camerale “DAI SENTIERI AI BORGHI, DAI SAPORI AI SAPERI“, perché crediamo fortemente nella capacità e necessità strategica di lavorare in sinergia favorendo così una maggiore valorizzazione stessa dei territori con i loro prodotti tipici, la loro rete ricettiva, le loro produzioni artigianali d’eccellenza. I Centogusti rappresentano questo ed abbiamo anche numerose nostre aziende coinvolte, che tra l’altro già valorizziamo e promuoviamo anche grazie al Mercatale ad Arezzo.

La “Toscanità” rappresenta nel mondo sinonimo di eccellenza delle produzioni, soprattutto enogastronomiche, e di buon vivere –evidenzia Marco Randellini, Segretario Generale della Camera di Commercio di Arezzo-Siena – Ed il nostro buon vivere è indissolubilmente associato proprio a borghi ed alle città d’arte presenti in gran numero anche nella nostra provincia. Con l’iniziativa “I centogusti dell’Appenino” si ha quindi la possibilità di visitare uno tra i borghi più belli dell’intera regione e di apprezzare alcune delle produzioni agroalimentari d’eccellenza del nostro territorio Si tratta quindi di un’occasione da non perdere.-

Il nostro istituto – commenta Maurizio Del Barba, Vice direttore della Banca Credito Cooperativo di Anghiari e Stia – ha sempre contribuito sin dall’inizio alla nascita e alla promozione di questa manifestazione e quindi non poteva mancare il nostro sostegno e vicinanza anche in questa ripartenza, sia agli espositori che alle aziende del centro storico.

Orario Botteghe dei Centogusti:

venerdì 29 ottobre dalle 15:00 alle 19:00
30 – 31 ottobre e 1° novembre: orario continuato dalle 10:00 alle 19:00

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email