Confesercenti Bari, Fiepet: appello ai ristoratori: “far sentire la propria voce ma nel rispetto dei valori che ci hanno sempre contraddistinto”

Il Coordinatore Magistà: “I ristoratori mantengano saldi i valori che li hanno sempre contraddistinti: facciamo sentire la nostra voce rispettando le regole”

Il periodo difficile che stiamo vivendo rischia di offuscare la mente di molti e quindi di perdere la giusta lucidità nel prendere decisioni. In un appello ai ristoratori Antonello Magistà, , invita la sua categoria a mantenere saldi i valori che li hanno sempre contraddistinti, facendo sentire la propria voce, continuando a rispettare le regole

“Mi dispiace tanto di questa presa di posizione di molti colleghi. E lo dice uno che sta soffrendo esattamente come tutti gli altri ristoratori. Inevitabilmente – afferma Magistà – questa iniziativa contribuirà a sfilacciare e allontanare tra loro i componenti di una categoria tanto importante per l’Italia che, è vero, non ha mai eccelso per compattezza, unità, univocità di intenti, ma che comunque si è sempre distinta per garbo, compostezza e genuinità di azioni, di buoni propositi.

Per tanti cittadini che ci seguono e che ci osservano siamo anche modelli di stile, di un certo vivere, inevitabilmente – continua Magistà – ci viene riconosciuto un ruolo nella nostra società, e che ci piaccia o no, abbiamo la responsabilità di onorare. Nelle difficoltà, nelle sofferenze che quotidianamente ci confidiamo e che a volte solo tra noi comprendiamo, abbiamo il dovere di continuare a rispettare le regole anche se spesso ci appaiono ingiuste! Non commettiamo questo grande errore che potrebbe costarci davvero caro, e non mi riferisco solo ad eventuali sanzioni, ma pagheremmo in termini di immagine, credibilità, vanificheremmo la reputazione di una categoria che rimane il fiore all’occhiello dell’Italia e che appena sarà possibile ripartire avrà un ruolo fondamentale per la rinascita del paese! Vi prego stringiamo i denti, continuiamo a mantenere visione e lucidità, avremo una ripartenza grandiosa che ci ripagherà di tutti i sacrifici fatti in questo anno! Sicuramente è importante – conclude Magistà – far sentire in modo forte e determinato, la nostra voce, le nostre istanze, far capire che i ristori sono insufficienti, che molte attività sono a rischio chiusura, che i nostri collaboratori sono in difficoltà esattamente come noi, ma facciamolo nel rispetto delle regole, come la nostra generazione ha sempre fatto.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email