Confesercenti Bat scende in campo al fianco dell’AIRC Puglia per offrire sostegno e vicinanza alle donne colpite dal tumore al seno

L’Associazione: “L’adesione alla Campagna Nastro Rosa 2021 ci permetterà di restituire a migliaia di donne i loro progetti di vita”

La Confesercenti Prov. BAT ha aggiunto un accordo con AIRC Puglia per promuovere sul territorio la campagna di sensibilizzazione “Nastro Rosa 2021” per la prevenzione del tumore al seno.

L’invito è giunto direttamente dal presidente del comitato regionale, l’artista pugliese, Michele Mirabella.

Tutti gli esercenti della Provincia BAT, anche i non soci, vista l’importanza della iniziativa, sono stati invitati ad aderire al Progetto della Fondazione AIRC che consiste nella distribuzione di spillette con il nastro rosa per sensibilizzare il pubblico sull’importanza di sostenere la ricerca scientifica per sconfiggere questa neoplasia.

Nel mese di ottobre, dedicato in tutto il mondo alla prevenzione del tumore al seno, i commercianti che aderiranno all’iniziativa saranno invitati ad offrire il loro contributo attraverso l’esposizione della locandina della campagna “Nastro Rosa 2021” con la vetrofania dedicata e a tenere in evidenza l’espositore – salvadanaio contenente le spillette con il nastro rosa incompleto, simbolo distintivo dell’impegno di AIRC e di chi la indossa nella lotta al tumore al seno, invitando i clienti a sostenere la nobile causa con un piccolo gesto di 2 euro per ricevere in cambio la spilletta da indossare per rendere visibile e diffondere a largo raggio l’iniziativa sul territorio.

Il tumore al seno è un la neoplasia più diffusa nel genere femminile e riguarda una donna su otto nell’ arco della vita, con circa 55.000 nuove diagnosi in Italia nel solo 2020.

Grazie ai costanti progressi della ricerca, infatti, la sopravvivenza, a cinque anni dalla diagnosi, è aumentata fino all’87%, per cui c’è ancora molto da fare per raggiungere il pieno obiettivo di curare tutte le donne.

L’adesione alla Campagna Nastro Rosa 2021 ci permetterà di restituire a migliaia di donne i loro progetti di vita.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email