Confesercenti E.R., Assohotel: passaggio di testimone, Fabrizio Albertini succede a Filippo Donati

Fabrizio Albertini presidente di Confesercenti Cesenatico è il nuovo presidente di Assohotel. Succede a Filippo Donati, che ha rassegnato le dimissioni per dedicarsi alla vita politica del territorio

Albertini è stato nominato presidente nel corso dell’Assemblea Elettiva che si è svolta oggi pomeriggio in modalità online.
La nomina avviene in un momento particolarmente significativo per una categoria tra le più penalizzate dalle chiusure dovute alla pandemia e che, finalmente, può riprendere la propria attività.
Hanno partecipato tra gli altri: il presidente di Assoturismo Confesercenti Nazionale, Vittorio Messina, il direttore di Confesercenti E.R. Marco Pasi, l’assessore al Turismo, Commercio, Mobilità e Trasporti, Infrastrutture della Regione E.R. Andrea Corsini, Paola Bissi, responsabile del Servizio Turismo, Commercio e Servizi della Regione che ha illustrato il vademecum per l’accoglienza nelle strutture alberghiere e il giornalista Stefano Tura, corrispondente della Rai nel Regno Unito, che ha raccontato l’esperienza dell’Inghilterra in questi mesi di pandemia.

Fabrizio Albertini, nel suo intervento, ha così affermato:” Per me è un onere e onore ricevere dall’assemblea elettiva l’incarico di Nuovo Presidente Regionale di Assohotel Confesercenti. Sostituire Filippo Donati non sarà facile, grande persona, un grande amico, è stato la colonna portante del nostro sindacato sia a livello nazionale che regionale negli ultimi 20 anni. Da lui abbiamo imparato molto, proseguirò sul solco già tracciato in passato, cercando di intrecciare e di irrobustire la collaborazione con i Presidenti e con i Funzionari delle varie città, per cogliere al meglio quelle che sono le esigenze dei vari territori delle loro specificità . Un gioco di squadra inevitabile, che va fatto con forza nei tavoli istituzionali, con proposte serie, innovative e costruttive, che ci permettano di uscire velocemente da questo anno orribile per il turismo e riportare presto tutto il turismo regionale ai livelli consoni alle eccellenze messe in campo. Se con l’imminente stagione estiva la costa ripartirà a breve e sembra già con buoni risultati, la priorità da oggi sarà quella di concentrare, sforzi, azioni e promozione su Appennino, Terme e Città d’Arte che non possono permettersi di attendere altro prezioso tempo prima di ripartire. “

Il presidente uscente Donati ha ringraziato Confesercenti per la grande opportunità che gli è stata data in questi anni di dare il suo apporto all’associazione di categoria, sia a livello regionale che nazionale e nelle numerose trattative ai diversi tavoli istituzionali: “Confesercenti è e resta la mia casa. Prendere la decisione di lasciare non è stato facile, ma l’esperienza di questi anni mi servirà per offrire il mio contributo al territorio in cui vivo”.

Nel corso dell’Assemblea, è stata inoltre presentata dal direttore del Centro studi Turistici Alessandro Tortelli un’indagine commissionata dall’associazione, da cui risulta che la variazione percentuale tra arrivi e presenze tra il 2020 e il 2019 dei turisti in Emilia Romagna si attesta su oltre -50% per gli arrivi e oltre– 44% delle presenze, con un -69% di stranieri e un oltre -35% di italiani. Nonostante una minore capacità di spesa, le prolungate limitazioni hanno creato un elevato desiderio di vacanza ma la minore capacità di spesa farà aumentare vacanze brevi di 3/4 giorni in località turistiche che offrono spazi tali da garantire maggiore sicurezza. Tutte le principali aree prodotto (località balneari, di montagna termali, città d’arte, rurali) sono in recupero o in lieve crescita.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email