Confesercenti E.R., Fiba e Assoturismo: bene modifica a metodo di controllo delle acque di balneazione

Rustignoli e Donati: “La modifica era ormai una necessità imprescindibile”

“La modifica al metodo di controllo delle acque di balneazione, che riduce da 48 a 18-22 ore i tempi di attesa per la diffusione dei risultati delle analisi è una delle misure che chiedevamo da tempo, soprattutto a seguito dello spiacevole episodio registrato la scorsa estate che ha bloccato la possibilità della balneazione su tutta la costa romagnola per diversi giorni”. È quanto affermano in coro il Presidente nazionale della FIBA (Federazione Italiana Imprese Balneari), Maurizio Rustignoli e il Presidente di ASSOTURISMO Emilia Romagna (Federazione Italiana del Turismo), Filippo Donati all’annuncio dell’intesa raggiunta fra Ministero della Salute e Regione Emilia-Romagna che aveva avanzato questa richiesta proprio a seguito degli episodi dell’estate 2019 e della concertazione con le associazioni del settore.

“Il blocco della scorsa estate – concludono Rustignoli e Donati – ha creato non pochi problemi al nostro turismo e alle imprese e la modifica di una modalità di controllo non più al passo coi tempi e alle esigenze di turisti e operatori, era ormai una necessità imprescindibile e ringraziamo quanti si sono impegnati per raggiungere questo risultato, in primis l’Assessore Corsini”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email