Confesercenti E.R.: soddisfazione per l’incarico ad Andrea Corsini

Per il presidente Filippo Donati si apre una nuova stagione: “Corsini ha saputo ascoltare ed interpretare le esigenze del nostro settore”

Grande soddisfazione per l’incarico conferito ad Andrea Corsini come Assessore regionale al turismo e alle infrastrutture, è stata espressa dal presidente di Assoturismo-Confesercenti E.R. Filippo Donati: “condivido pienamente la scelta del presidente Bonaccini di affidare allo stesso Assessore Corsini le deleghe al turismo e alle infrastrutture. Nello scorso mandato Corsini ha saputo ascoltare e interpretare le esigenze del nostro settore: con la nuova delega potrà integrare lo sviluppo turistico del territorio con l’implementazione delle infrastrutture, tutto ciò a beneficio sia del turismo che dell’intera società civile.

Sono certo che si apre una stagione nuova, con opportunità economiche importanti per tutta la nostra regione. Non faremo mancare all’Assessore Corsini la disponibilità al confronto e alla collaborazione“.

“La nomina della nuova Giunta regionale e la possibilità che questa cominci subito a lavorare dando continuità all’azione amministrativa è sicuramente una buona notizia per la nostra economia regionale e il mondo delle imprese“.  È quanto afferma Dario Domenichini, Presidente di Confesercenti Emilia Romagna commentando l’annuncio della composizione della nuova Giunta Regionale fatto oggi dal Presidente Bonaccini. “Apprezziamo anche – continua Domenichini – la continuità che si dà ai settori del commercio e del turismo con la conferma dell’Assessore Corsini e l’accorpamento al turismo della delega alla Mobilità, trasporti e infrastrutture che permetterà di ragionare sullo sviluppo di questi temi anche in un’ottica di migliore raggiungibilità delle località turistiche del nostro territorio. Formulo alla nuova Giunta i migliori auguri di buon lavoro e dichiaro la disponibilità di Confesercenti a collaborare attivamente per il raggiungimento di obiettivi comuni e la valorizzazione delle imprese e del sistema economico regionale”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email