Confesercenti Emilia Romagna: rallenta il trend negativo delle chiusure delle attività nel IV bimestre 2016

Manzoni: “nonostante il rallentamento delle chiusure il segno meno imperversa in tutti i comparti”. 

Confesercenti Emilia Romagna: rallenta il trend negativo delle chiusure delle attività nel quarto bimestre 2016 Il segno meno continua a segnare l’attività delle Piccole e medie imprese anche nei mesi di luglio e agosto del 2016, seppur con un lieve rallentamento rispetto ai primi due mesi dell’anno.

Secondo l’Osservatorio Confesercenti, infatti, nel quarto bimestre 2016 hanno chiuso 341 negozi a fronte di 96 aperture ( nel primo bimestre hanno chiuso 817 negozi contro 174 aperture). Cosi, anche per quanto riguarda il settore dell’alloggio e della ristorazione, si registra un saldo meno: – 159 imprese contro il – 487 del primo bimestre.

Relativamente al commercio ambulante, si sono iscritte 50 nuove imprese, cancellate 65, per un saldo di -15 attività contro le -108 del primo bimestre.

Nonostante il rallentamento delle chiusure – spiega il presidente di Confesercenti E.R. Roberto Manzoniil segno meno imperversa in tutti i comparti. Finché non si compieranno scelte strutturali, relative alla calmierazione dei prezzi degli affitti, ad una tassazione più equa, e alla prevenzione e repressione dell’abusivismo dilagante, ho il timore che prima di vedere un segno positivo passerà molto tempo.”

 

 

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email