Confesercenti Liguria: Dalla Fiera di Torriglia più di mille euro per la scuola materna del paese

Il Presidente ANVA Zattini: “Siamo orgogliosi dell’esito della fiera, da noi fortemente voluta a dispetto dei timori che potevano sussistere”

Una giornata da ricordare, che ha visto la partecipazione di tanta gente, pur nel rispetto delle misure di prevenzione e distanziamento sociale, e che alla fine è servita anche a fare della beneficenza. È il bilancio della Fiera di Torriglia di domenica scorsa, organizzata per la prima volta da Anva Confesercenti, sotto la regia del Comune e in collaborazione con le società di calcio di Genoa, Sampdoria ed Entella.

«Siamo molto soddisfatti per il risultato raggiunto: abbiamo salvato la fiera e regalato una giornata di lavoro, in totale sicurezza, a tutto il paese, compresi i commercianti in sede fissa che abbiamo coinvolto permettendo loro di esporre la propria merce gratuitamente sul suolo pubblico. La lotteria con in palio le maglie di Pandev, Quagliarella e Mancosu ha poi fruttato un migliaio di euro già destinati alla scuola materna del paese, ed era la prima volta che alla fiera si abbinava un’iniziativa benefica», commenta Stefano Oberti, membro del direttivo provinciale di Anva e referente dell’associazine per la Val Trebbia.

Stante la delicata situazione sanitaria, quest’anno la fiera era rimasta in dubbio fino all’ultimo e decisivo è stato, appunto, l’intervento di Anva: «Il consorzio che tradizionalmente si occupava dell’organizzazione – prosegue Oberti -, vista la situazione non se l’è sentita, e così abbiamo deciso di farcene carico noi, trovando piena collaborazione nell’amministrazione comunale, che ha predisposto con un’ordinanza ad hoc tutte le misure di sicurezza necessarie e mobilitato la polizia municipale per garantirne il rispetto: non ci sono stati assembramenti e tutti, operatori e clienti, hanno indossato regolarmente la mascherina. Il primo ringraziamento non può quindi che andare al sindaco Beltrami e alla sua giunta, senza dimenticare, naturalmente, gli uomini della Protezione civile e dei Carabinieri, a loro volta intervenuti per garantire il regolare svolgimento della manifestazione».

Decisiva alla riuscita della fiera, naturalmente, anche la partecipazione delle principali società di calcio della provincia: «Genoa, Sampdoria ed Entella hanno dimostrato grande sensibilità, aiutandoci moltissimo, con la loro presenza, alla promozione dell’evento. Desidero ringraziare in particolare l’Entella, che ha voluto essere fisicamente presente alla giornata anche con un proprio dirigente, il team manager Nino Di Pietro», conclude Oberti.

«Siamo orgogliosi dell’esito della fiera, da noi fortemente voluta a dispetto dei timori che potevano sussistere – gli fa eco il presidente provinciale di Anva, Roberto Zattini -. Abbiamo dimostrato che con la forza di volontà si ottiene tutto: gli operatori si sono autotassati per finanziare l’organizzazione e la promozione della manifestazione, il Comune ha garantito che potesse svolgersi nella piena sicurezza, e anche da questo punto di vista siamo felici che tutto si sia svolto nella più assoluta regolarità. In un periodo di grande crisi come questo, l’eccellente lavoro di squadra dietro alla fiera di Torriglia deve essere preso ad esempio: non solo da parte delle istituzioni, ma anche dei singoli cittadini. È necessario infatti ripartire con le attività economiche e tornare alla vita di prima, ma questo può avvenire solo con il rispetto delle norme di sicurezza da parte di tutti, al fine di evitare una recrudescenza del virus».

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email