Confesercenti Padova e aziende bulgare: “Rete tra piccole imprese per favorire l’export”

Insieme per la Bulgaria. Confesercenti e Cescot, in collaborazione con Camera di commercio e Promex, sono i promotori di una due giorni di incontri bilaterali che, tra ieri ed oggi, vede 10 aziende bulgare del settore agroalimentare e della cosmesi confrontarsi con 15 Pmi della provincia. L’ obiettivo è quello di sviluppare nuovi rapporti commerciali e collaborazioni sul territorio che siano da stimolo all’ export per quelle imprese che altrimenti non riuscirebbero ad affrontare i mercati internazionali. Secondo dati della Camera di commercio nel 2012, l’ import della provincia dalla Bulgaria raggiungeva i 61 milioni mentre l’ export si fermava a 48 milioni. «Lo sviluppo dei rapporti con questo Paese può essere molto utile alle nostre imprese» spiega Marco Serraglio direttore di Cescot veneto, il centro studi di Confesercenti. «Grazie a questa iniziativa puntiamo a stimolare le opportunità di una collaborazione transnazionale fra alcune piccole e piccolissime imprese della Provincia e i probabili partner dell’ area di Plovdiv». È proprio nella Milano della Bulgaria che già 9 anni fa Confesercenti ha sviluppato una sua struttura, pensata dapprima per supportare le aziende, soprattutto padovane, interessate ad investimenti produttivi e commerciali nel Paese, e che poi si è sviluppata come cerniera fra i tanti fondi europei e i progetti transnazionali che interessano il Paese.

Da “Il Mattino di Padova”

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email