Confesercenti Pistoia, Assohotel: “Da anni chiediamo aiuti, città in crisi da prima della pandemia”

La Regione destina quasi 2,5 mln di euro per il settore floricolo ma dimentica le terme

Apprendiamo che la giunta regionale ha approvato il riparto delle risorse per una spesa di due milioni e 430mila euro per il settore floricolo a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza Covid 19.

 Lungi da noi voler togliere risorse ad altri settori, ma ci sembra veramente assurdo leggere queste notizie dopo le tante promesse ricevute da parte della Regione per le Terme di Montecatini. Negli ultimi mesi abbiamo letto dichiarazioni sui giornali e promesse puntualmente non mantenute (dall’acquisto del Tettuccio all’assunzione di un direttore esperto in termalismo), con la scusante che mancavano le risorse.

Vogliamo parlare di crisi dovuta al Covid 19 per la città? Vi informiamo che Montecatini stava già vivendo una profonda crisi prima della pandemia, che si è solo accentuata aggiungendo disdette e chiusure delle strutture ricettive con la conseguente perdita di lavoro per molti dipendenti del comparto turistico.

Chiediamo da anni una strategia e aiuti da parte della Regione, socio di maggioranza della società Terme, ma non abbiamo ancora visto fatti concreti. Una piccola speranza ci era stata data con la promessa dell’acquisto del Tettuccio e quindi una presunta strategia futura su gestione e rilancio, ma anche questa speranza è finita con la bocciatura da parte della giunta regionale.

Ci chiediamo quindi quali sono le motivazioni, se ci sono delle strategie che noi non conosciamo. Perché non destinare risorse specifiche alla promozione della città? È adesso il momento di agire, non c’è più tempo. Le disdette continuano ad arrivare e tutti insieme dobbiamo fare qualcosa per le nostre aziende.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email