Confesercenti Pistoia: per via Salsero serve una sintesi tra diverse esigenze

L’associazione propone il ritorno al doppio senso di marcia con limitazione di velocità

Trovare una sintesi tra le esigenze dei residenti e dei negozi di vicinato. E’ quanto chiede Confesercenti, in rappresentanza delle piccole e medie imprese, per via del Salsero, dopo l’ordinanza del Comune che ha istituito il senso unico di marcia per le auto, la successiva petizione (contraria a questa decisione) da parte di chi abita e di chi ci lavora e l’acceso dibattito in consiglio comunale.

Residenti e commercianti hanno per l’associazione ambedue diritti, oltre che doveri, che esigono il superamento della contrapposizione, con soluzioni in grado di compiere una sintesi dei bisogni reciproci.

Le imprese stanno infatti subendo una sensibile contrazione degli incassi (come documentato anche dalla petizione di cui si parlava sopra): pertanto si torni al doppio senso tutelando al contempo la sicurezza, magari istituendo una zona a percorrenza con una limitazione di velocità. Per questa tipologia di strade la mobilità più opportuna risulta essere infatti non quella del senso unico, bensì quella in cui convivono, con le proprie regole, tutte le categorie di utenze. Gli interventi necessari sono riconducibili a opere minime di riqualificazione: pavimentazione, segnaletica, asfalti colorati, dossi, strettoie.

Una concezione diversa per la zona sud di Montecatini Terme, quindi, per presentarla economicamente più attraente, più sicura e vivibile. Tanto più oggi, visti i rilevanti lavori sulla viabilità, in gran parte dovuti all’apertura del nuovo punto vendita Esselunga.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email