Confesercenti Torino, appello ai consumatori: venite nei nostri negozi, solo così supereremo le difficoltà e le città saranno vive e sicure

Parte oggi la campagna dell’associazione #IlMioAcquistoVicino: un hashtag e un “motivo” da mettere sull’immagine del profilo Facebook per testimoniare solidarietà al commercio di vicinato

Finalmente si riapre: il 18 maggio i negozi, dal 20 progressivamente i mercati extralimentari e dal 25 anche i pubblici esercizi possono riprendere la loro attività, dopo un blocco di oltre due mesi.

Confesercenti lancia l’hashtag #IlMioAcquistoVicino. In questi mesi molti consumatori si sono affidati ai negozi di vicinato, riscoprendo una comunità fatta di persone, attenzioni, fiducia: l’invito ai consumatori è quello di non dimenticare le attività commerciali che stanno riaprendo e di continuare ad affidarsi a quelle che non hanno mai chiuso. Solo così negozi, mercati, bar, ristoranti potranno continuare a svolgere il loro ruolo di servizio ai consumatori; solo così le nostre città continueranno a essere vive e sicure.

“In questi oltre due mesi di lockdown – dice Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti Torino – abbiamo riscontrato intorno a noi solidarietà e simpatia da parte di tanti cittadini, che hanno toccato con mano quale sia il ruolo del commercio di vicinato per la loro vita e la vita di vie e quartieri. Ora gli altri comparti del commercio hanno riparto o stanno per farlo, ai cittadini chiediamo di continuare a testimoniarci la loro vicinanza: operiamo in assoluta sicurezza. È un momento delicato: solo se avremo il sostegno di tutti, potremo superare le attuali difficoltà. Così facendo, però, i cittadini sosterranno non solo noi, ma anche sé stessi nell’avere città illuminate, vive e sicure. Dunque, invitiamo tutti a venire nelle nostre attività, privilegiando e premiando il negozio di vicinato rispetto al web o alle grandi strutture. E anche ad adottare sull’immagine del proprio profilo Facebook il ‘motivo’ con l’hashtag #IlmioAcquistoVicino”.

Clicca qui per vedere la campagna:

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email