Confesercenti Torino: Delibera ZtL, pronti ad una “class action” per gli effetti negativi sul commercio

Banchieri: ” Tutte le opposizioni si sono dette contrarie”

“Una ‘class action’ contro chi ha firmato la delibera in caso di effetti negativi sul commercio in centro”: la annuncia Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti, nel momento in cui la giunta Appendino dà il via libera alla delibera che indica i criteri per il project financing attraverso cui realizzare la Ztl lunga.

“I bilanci delle Srl – spiega Banchieri – sono pubblici: avvieremo quindi uno studio relativo alla situazione economica delle aziende commerciali del centro prima e dopo l’introduzione delle Ztl lunga. Ovviamente speriamo che ciò non avvenga mai, ma se succedesse e il Comune desse corso alla delibera di oggi, il nostro studio farà un confronto fra il ‘prima’ e il ‘dopo’. In caso di perdite a danno delle imprese avvieremo una ‘class action’ contro i firmatari del provvedimento.

“C’è un altro pericolo – aggiunge Banchieri – nella delibera di oggi, perché vengono impegnate le amministrazioni future su una misura rispetto alla quale tutte le opposizioni si sono dette contrarie. Con buona pace degli impegni alla concertazione, la giunta Appendino continua pervicacemente su una strada pericolosa per cittadini e commercianti: il fatto che ciò avvenga nel giorno in cui Greta è a Torino non va nel senso delle giuste istanze del movimento ecologista, ma assume un involontario carattere di surrealtà”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email