Confesercenti Torino: “Differimento Tari, dal Comune un primo segnale concreto che va nella giusta direzione”

Il Presidente Banchieri: “Un po’ di respiro per le imprese in crisi di liquidità”

 

“Un primo segnale concreto che va nella giusta direzione”: così Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti, giudica la decisione del Comune di Torino di differire, per le utenze non domestiche, il pagamento delle prime due rate della Tari (tassa rifiuti).

“Ci aspettiamo dalle istituzioni locali e nazionali – dice Banchieri – misure ben altrimenti strutturali, incisive e straordinarie come straordinaria è l’emergenza che rischia di mettere in ginocchio negozi, mercati e pubblici esercizi. Ma apprezziamo la decisione dell’amministrazione, che può alleviare almeno in parte la crisi di liquidità che si trovano ad affrontare le aziende commerciali, prive di un regolare e sufficiente flusso di cassa a causa della contrazione dei consumi. Specialmente per il settore della somministrazione, l’esborso rappresentato dalla Tari è ingente: poterlo evitare in questo momento rappresenta senza dubbio una boccata d’ossigeno. Mai come ora – conclude – è necessario che tutti facciano la propria parte affinché l’emergenza sanitaria non si trasformi in emergenza economica”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email