Confesercenti Torino: “Riduzione Tari, un buon inizio ma non basta”

Il Presidente Banchieri: “Compensazione insufficiente rispetto al danno subìto, bisogna fare di più”

“Apprezziamo lo sforzo del Comune di Torino per venire incontro alle aziende in difficoltà, ma la riduzione della Tari che l’amministrazione ha proposto è largamente insufficiente rispetto al danno subìto”: così Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti, commenta il provvedimento della giunta in materia di tassa rifiuti che dovrà passare in consiglio per l’approvazione definitiva.

“Speriamo – dice Banchieri – che ci sia ancora spazio per migliorare il provvedimento nel senso da noi auspicato. Così com’é, infatti, riesce a compensare solo in minima parte le perdite delle nostre imprese: dai primi calcoli che abbiamo fatto, in alcuni casi il risparmio risulta addirittura inferiore a quello che le imprese della vendita, della somministrazione dell’ambulantato e del turismo avrebbero ottenuto se avessero proceduto alla formale sospensione dell’attività durante i giorni del lockdown. A ciò si aggiunga che le misure di distanziamento e una certa diffidenza che persiste da parte dei consumatori fanno sì che ancora adesso le nostre attività lavorino a scartamento ridotto. Per questo il beneficio stabilito dal Comune è davvero poca cosa. Non è così che si dà davvero una mano alle aziende. Dunque – è questo il nostro appello all’amministrazione – bisogna fare di più”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email