Confesercenti Trentino: le categorie economiche in Comune per affrontare il tema della convivenza tra le funzioni residenziali e le attività economiche

Le categorie economiche incontrano il Vicesindaco Stanchina con l’obiettivo di aprire un dialogo costruttivo per creare un clima più disteso per tutti

Si è tenuto ieri presso la sala Falconetto a Palazzo Geremia un incontro tra il Comune di Trento, rappresentato dall’assessore e vicesindaco Roberto Stanchina, e le Associazioni di categoria per affrontare il tema della convivenza tra le funzioni residenziali e le attività economiche.
All’incontro era presente anche Alberto Adami nuovo vicecomandante della Polizia Locale.

L’assessore Stanchina ringraziando per la collaborazione le categorie, ha presentato una bozza di regolamento sottolineando come tale documento debba essere condiviso tra le categorie con l’obiettivo di contemperare i diritti della popolazione residente e degli studenti con gli interessi dei titolari degli esercizi pubblici (bar, ristoranti, circoli privati abilitati alla somministrazione, esercizi commerciali e attività artigianali alimentari, ossia pizzerie da asporto, gelaterie, kebab ed attività analoghe).

I rappresentanti sindacali hanno sottolineato l’importanza di aprire un dialogo costruttivo con l’Amministrazione, per trovare la necessaria mediazione tra i vari attori in campo e per creare un clima più disteso per tutti, dagli esercenti ai residenti fino alla clientela.

L’obiettivo del regolamento è quello di intervenire in situazioni di reiterate violazioni delle regole di civile convivenza, con delle misure restrittive ad hoc. In questo caso si chiederà al singolo operatore di rispettare determinati comportamenti mettendo in atto una serie di azioni definite nel regolamento.

Le categorie – Confesercenti del Trentino e Unione Commercio – hanno sottolineato al vicesindaco Stanchina e al vicecomandante Adami come gli operatori non si possano e non si debbano sostituire alle forze dell’ordine, ma esercitare un ruolo attivo di prevenzione e informazione.

Per quanto riguarda la tempistica, l’amministrazione comunale conta di approvare nel mese di novembre il Regolamento definitivo e di renderlo operativo, in via sperimentale, con l’inizio del 2022.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email