Confesercenti Veneto Centrale: “Bene i chiarimenti della Regione all’ordinanza”

Continua l’attività dell’Associazione per informare soci ed imprese

Chiarito dalla Regione:

  • i negozianti non sono responsabili degli assembramenti che si dovessero creare
    davanti ai negozi (per analogia anche gli esercenti di bar e ristoranti)
  • non è obbligatorio avere una persona dedicata al controllo del numero di ingressi,
    basta che il gestore verifichi che il numero dei clienti all’interno sia in linea con le
    previsioni anticovid
  • i parrucchieri non hanno il vincolo di massimo una persona fino a 40mq. di negozio
  • i distributori di carburanti sono aperti la domenica
  • le medie e grandi strutture di vendita di beni ingombranti (anche mobili?) possono
    aprire il sabato.
  • le attività di vendita alimentari che effettuano vendite per asporto di gelati, pizze,
    pesce cotto ecc. possono permettere il consumo a ridosso dell’attività o nelle
    vicinanze a condizione che non si facciano assembramenti

Si tratta di chiarimenti che in alcuni casi sono in netto contrasto con l’ordinanza di martedì 24 e che evidentemente cercano di dare risposte ai negozianti ed ai tanti piccoli imprenditori impegnati in questi giorni a gestire una situazione particolarmente difficile.

Nella prima mattinata il Presidente Rossi ha aperto l’appuntamento “Un caffè con Confesercenti” con il Prefetto di Padova, il Presidente della Provincia e con il Presidente della CCIAA di Padova.

Particolarmente seguita la diretta con il Presidente Rossi che ha sottolineato la gravità della situazione economica del terziario e delle piccole imprese richiamando il rischio di chiusura di centinaia di negozi e l’aggressione incontrollata delle strutture multinazionali dell’e-commerce.

Nel suo intervento il Prefetto Renato Franceschelli ha sottolineato la grande collaborazione fornita dagli organi di vigilanza (polizia e carabinieri) che quotidianamente si schierano nel territorio provinciale per la tutela della salute delle persone e, dialogando con esercenti negozianti, intervengono con sanzioni solo nei casi di assoluta inadempienza delle indicazioni.

Il Presidente della Provincia Fabio Bui ha sottolineato il ruolo dei comuni e degli Enti Locali con i sindaci schierati insieme agli esercenti a presidio del territorio nella tutela della salute e per dare risposte al mondo delle imprese anche con interventi diretti.

Il Presidente della CCIAA Antonio Santocono ha ricordato l’importante intervento della CCIAA di Padova a favore delle imprese padovane con oltre 2 milioni alle imprese del turismo ed oltre 4 milioni alle altre. Inoltre, ha ricordato il sostegno alle attività di informazione e assistenza fornite attraverso le associazioni di categorie.

Continuano ad incontrare grande successo le iniziative di informazione alle imprese organizzate dalla Confesercenti ad iniziare alle 7:45 del mattino e a proseguire con varie iniziative nell’intera giornata.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email