Confesercenti Veneto Centrale, zona arancio: per la ristorazione torna la necessità del contratto di mese aziendali

Con l’entrata del Veneto nell’area arancione tornano ad essere sospese le attività di somministrazione ad esclusione di mense e Catering continuativo su base contrattuale

I ristoranti che effettuano l’attività di mensa aziendale sono esclusivamente quelli che hanno in corso accordi contrattuali.

Ricordiamo quindi che non è necessario avere il codice ateco specifico dal momento che i ristoranti sono già in possesso di tutti requisiti professionali, morali, igienico sanitario, amministrativi necessariamente ari per effettuare il servizio. Ma è Obbligatorio un contratto di mensa aziendale, con elenco dei lavoratori dipendenti beneficiari del trattamento, orari e turni.

Inoltre, continua l’associazione, non può essere interpretato come servizio di mensa aziendale il pasto pagato con ticket o direttamente dall’utente anche se in possesso di partita Iva. Quindi no ai buoni pasto e alle partite Iva.

Non può essere considerato un servizio di mensa continuativo neanche il contratto aziendale occasionale stipulato lo stesso giorno della prestazione.

Il nostro Settore Ambiente sta seguendo le procedure, in modo particolare facendo riferimento all’accordo che a fine gennaio abbiamo stipulato con Confartigianato, per rispondere in modo concreto alle esigenze dei lavoratori delle aziende, che possono così usufruire del servizio mensa garantendo il rispetto del DPCM .

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email