Confesercenti Veneto, Extinction Rebellion: “Non sono i negozi i vostri nemici”

Il Presidente Rossi: “Incontriamoci, evitiamo scontri assurdi che possono portare solo a lacerazioni o peggio.

NICOLA ROSSI invia una lettera aperta agli Extinction Rebellion che hanno affisso volantini per la difesa dell’ambiente in numerosi negozi padovani.

NON SONO I COMMERCIANTI IL VOSTRO NEMICO.

“Siamo pronti a parlare con tutti coloro che amano l’ambiente e che vogliono azioni concrete per la difesa della natura”. Apre così la lettera aperta che Nicola Rossi invia agli autori del volantino affisso in numerosi negozi della città di Padova in cui si invoca la chiusura delle attività per il bene comune.

“Chi pensa che i commercianti, che le piccole attività economiche siano nemiche della natura non ci conosce, continua Rossi, il mondo del commercio sta portando avanti da anni una battaglia difficilissima per la tutela e la salvaguardia di tante aree che altrimenti sarebbero in preda a discariche.

Stiamo lavorando per salvare la vita e la vivibilità di tanti piccoli comuni di frazioni quartieri, ecc. che senza il nostro lavoro (sacrificio) quotidiano sarebbero trasformati in discariche e luoghi deserti.
Non ci piace essere adottati come I responsabile dell’inquinamento e dei danni alla natura.
Siamo stati i primi ad utilizzare confezioni riciclabili, in tutti i negozi troviamo grande attenzione ai materiali usati. Abbiamo interi comuni in cui le attività commerciali hanno dato vita ad iniziative ‘liberi dalla plastica’. Abbiamo esercizi commerciali che operano  solo con materie prime riciclate. Nei ristoranti valorizziamo i prodotti del luogo ed il recupero del cibo non consumato.
Stiamo lavorando per la riduzione degli scarichi nocivi, nei riscaldamenti e negli impianti di condizionamento.

Certo la strada da fare e ancora molta ma il mondo del commercio dei negozi di vicinato c’è fino in fondo.
Incontriamoci, evitiamo scontri assurdi che possono portare solo a lacerazioni o peggio. Ragioniamo insieme ed evitiamo soprattutto di trasformare un lavoro ed un obiettivo comune in scontro inutile, dannoso e pericoloso.
Smettetela con iniziative come questa è misuriamoci sulle così da farsi”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email