Coronavirus: Confesercenti, salute pubblica priorità, ma tenuta imprese a rischio

 Ministero dello Sviluppo Economico apra tavolo di crisi

“La situazione è a dir poco allarmante. Sono in continuo contatto con i Presidenti delle Confesercenti regionali di Lombardia e Veneto, che mi aggiornano sugli sviluppi sempre più preoccupanti della vicenda. La priorità è chiaramente la salute pubblica: Confesercenti ed i suoi associati garantiscono il massimo sostegno a qualunque iniziativa volta a tutelarla efficacemente, offrendo piena disponibilità e collaborazione alle autorità sanitarie”.

Così Patrizia De Luise, Presidente di Confesercenti Nazionale. 

“Non si può tacere, però, che l’emergenza avrà una pesante ricaduta anche sulle imprese. La tenuta delle attività economiche è a grave rischio, soprattutto se l’inattività dovesse protrarsi nel tempo come sembra. Per questo, coordinandomi anche con i Presidenti delle altre associazioni che formano Rete Imprese Italia, valuteremo di chiedere al Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli l’apertura immediata di un tavolo di crisi, necessario per coordinare gli interventi e cercare di ridurre l’impatto su lavoratori ed imprese”.

Condividi