Domenica 4 dicembre, a Celano, in Abruzzo, confronto aperto e costruttivo sulla sicurezza alimentare: più informazione per il consumatore, maggiori vendite dei prodotti certificati

sicurezza_alimentare_seminario_04122016_logoUn importantissimo confronto si è aperto ieri nel corso della Giornata seminariale sulla “Sicurezza alimentare, etichettatura e tabella nutrizionale” che si è svolta a Celano, e organizzato dalla Fiesa d’Abruzzo. Innanzitutto dai numerossissimi imprenditori presenti è stato ribadito che il tema della sicurezza alimentare è fondamentale nell’attività delle imprese che si occupano di prodotti per il consumo diretto della popolazione. Il rispetto delle regole della corretta informazione sugli alimenti, può essere una vera e propria risorsa. In effetti, è stato valutato l’impatto che anche l’etichettatura relativa ai valori nutrizionali, possa essere di stimolo all’aumento delle vendite, in quanto il consumatore, avendo a disposizione maggiori informazioni sui prodotti, può essere invogliato all’acquisto dei cosiddetti prodotti “certificati”. In sostanza, anche in presenza della Circolare interministeriale sull’esenzione dall’obbligo di indicazione dei valori nutrizionali, gli imprenditori abruzzesi hanno espresso la volontà di applicare appieno le indicazioni del Regolamento (CE) 1169/2011. Tutto questo, secondo i relatori, potrebbe essere assicurato anche sviluppando dei software utili all’applicazione delle norme e alla realizzazione di un’etichettatura attenta e conforme alla legislazione vigente. Per questo, tutta la Fiesa Regionale d’Abruzzo è già impegnata nella valutazione delle proposte che ci sono sul mercato, con un’attenzione particolare a ciò che il sistema universitario regionale sta predisponendo. Dal punto di vista dell’aspetto tecnico professionale, gli interventi di Angelo Pellegrino, Simona Lauri, Yvonne Centorame e Gianfranco Zaccagnini, hanno chiarito gli aspetti normativi che ormai stanno influenzando le attività produttive. Dal dibattito, coordinato dal Presidente Vinceslao Ruccolo, è venuto fuori anche la necessità di progettare e programmare interventi mirati alla Formazione Continua degli operatori del settore alimentare, in quanto è stata rilevata una concreta esigenza di aggiornamento delle competenze e conoscenze dei titolari d’impresa, dei collaboratori e degli addetti. Non solo. Vi è anche la necessità di assicurare un’attenta informazione dei consumatori, tenuto conto dell’importanza dell’educazione dei cittadini in materia di sicurezza alimentare e nutrizionale, per proteggere la loro salute. Questo rappresenta le fondamenta del più ampio e articolato Progetto “Mangiare sano” che la Fiesa Regionale d’Abruzzo intende sviluppare nel corso del prossimo anno, in collaborazione con la Regione Abruzzo, il Sistema Sanitario territoriale ed il Sistema Universitario.

Leggi le altre notizie Dal Territorio —> https://www.confesercenti.it/blog/archivi/dal-territorio/

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email