DPCM: La presidente di Confesercenti De Luise, “Sostenere immediatamente le attività colpite dalle nuove restrizioni”

“Si apra anche un tavolo permanente di confronto con le categorie per monitorare l’efficacia degli interventi adottati”

“Aver evitato coprifuoco o lockdown è un risultato certamente positivo. I nuovi provvedimenti restrittivi stabiliti dal DPCM, però, non mancheranno di avere effetti negativi sull’attività di diverse categorie di imprese, già gravemente provate dalla crisi, per le quali dovrà essere disposto un sostegno immediato”.

Così Patrizia De Luise, Presidente di Confesercenti nazionale, commenta l’effetto del DPCM sulle imprese.

“Per contenere la diffusione del virus c’è bisogno dell’impegno di tutti, e le imprese sono pronte ad offrire la massima collaborazione per garantire la sicurezza di clienti e lavoratori. Ma devono essere sostenute: apprezziamo l’aver previsto lo stop alle cartelle esattoriali, ma servono anche altri interventi mirati alle imprese. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ne ha riconosciuto la necessità, annunciando nuovi ristori – stavolta selettivi – per le attività colpite. Ci sembra giusto riservare l’intervento a chi è in realmente difficoltà,  valutando attentamente i criteri di selezione. Si apra però anche un tavolo permanente di confronto con le categorie per monitorare l’efficacia degli interventi adottati e l’andamento della situazione economica dei settori in difficoltà. Soprattutto, è fondamentale che i sostegni arrivino velocemente: molte imprese sono ai limiti, dopo un anno difficilissimo, e non c’è tempo da perdere”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email