Faib calabria pronta allo sciopero

Lo annuncia il Presidente Regionale Ferruccio Schiavello

La Faib Calabria è pronta allo sciopero. Lo annuncia il Presidente Regionale Faib Confesercenti, Ferruccio Schiavello, dopo aver incontrato i gestori della Calabria ieri a Lamezia, in una assemblea molto partecipata presieduta con il Coordinatore Regionale, Rosario Antipasqua.

Il Presidente Schiavello nel suo intervento ha elencato i motivi dello sciopero programmato per il 6 Febbraio. “E’ uno scippo vero e proprio quello perpetrato dal governo a tutta la categoria dei gestori carburanti, “noi non ci stiamo”. Il credito d’imposta pari al 50% delle commissioni bancarie pagate sulle transazione con moneta elettronica che dopo anni di battaglie ci era stato riconosciuto con la finanziaria del 2018, ci è stato espropriato senza nemmeno essere informati. La categoria è già vessata dalle banche che applicano commissioni a volte superiori al margine di guadagno del gestore. Ancora peggio pagare commissioni che rappresentano accise e tasse di cui il gestore è solo un mero sostituto d’imposta”.

Quindi, l’assemblea, all’unanimità ha deciso di scioperare se il Governo, nell’incontro del giorno 5 Febbraio presso il MEF con il Sottosegretario Bitonci, non rassicurrerà i rappresentanti delle associazioni sindacali sul reintegro  del credito d’imposta pari al 50 % delle commissioni pagate sul transato della moneta elettronica.

“La Calabria è pronta a trasferire la protesta direttamente a Roma davanti alla sede del MEF dove centinaia di gestori arriveranno in pulman per fare un sit-in di protesta a tempo indeterminato.”

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email