Fiducia: Confesercenti, bene ripresa ma non basta

Resiste incertezza tra famiglie ed imprese. Nel commercio ottimista solo la Gdo

La ripresa di dicembre non basta a cancellare l’incertezza di famiglie ed imprese. Il dato sul clima di fiducia dei consumatori segna, infatti, una lieve ripresa dopo la caduta di 4 punti tra ottobre e novembre. Nonostante questo, si colloca comunque a livelli fra i più bassi degli ultimi due anni, ad indicare che le aspettative delle famiglie sono ancora relegate in un’area se non proprio di pessimismo di forte insicurezza.

Così Confesercenti commenta i dati sulla fiducia di famiglie ed imprese di dicembre diffusi oggi da Istat.

Allo stesso modo per le imprese, il cui indice complessivo risale di 1,5 punti, mediamente per quest’anno si è posizionato su livelli più bassi degli ultimi tre anni. Il comparto del commercio, inoltre, segnala una ripresa di fiducia ma concentrata nella grande distribuzione, mentre i piccoli negozi restano ancora a guardare e sono più incerti.

Questa chiusura d’anno non porta grandi novità né grandi ventate di ottimismo, per questo si tratterà veramente di rilanciare le capacità di intervento sull’economia per creare maggiori prospettive di crescita.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email