Fipac Siena: il barbiere, il cuoco, la mamma in prova: quando la bottega fa memoria

Seconda edizione della rassegna di racconti in terza età indetta dalla Fipac di Siena.

isolina+“C’è il barbiere stregato da un vecchio rasoio, l’aiuto cuoco che s’invaghisce della cameriera per poi sposarla, la mamma in prova. E poi altre storie di vita e d’impresa, contese tra affetti e sacrifici per il lavoro e per gli affetti”.

Sono vicende da “Bottega della memoria”,  la rassegna di racconti di vita vissuta allestita nel 2015 per la seconda volta  dalla Fipac di Siena.

La Federazione dei pensionati ex lavoratori autonomi ha bandito anche quest’anno l’iniziativa rivolta a persone della terza età residenti in provincia di Siena: la partecipazione era legata all’invio di racconti veri o verosimili relativi ad esperienze di vita vissuta nel territorio, con particolare riferimento ad esperienze personali di commercio, attività artigianali o legami con la cultura dei luoghi di provenienza.

Le testimonianze sono state vagliate da un comitato di giuria presieduto dal Presidente regionale Fipac Fosco Tornani e finalmente ora potranno esser rese pubbliche.

Mercoledì 16 dicembre dalle ore 15.30, nella sede Confesercenti di Siena (aula polivalente), gli attori della compagnia teatrale “il Bucchero” di Sinalunga leggeranno gli 8 racconti ammessi alla valutazione finale. Sarà una lettura animata e variegata, che in breve ripercorrerà vicende personali a volte simili altre molto diverse: di ognuna di esse sarà decretato l’elemento di distinzione, sia esso l’allegria, il coraggio, la determinazione o il coinvolgimento emotivo.

L’interpretazione dei racconti della Bottega della memoria sarà aperta al pubblico, oltre che agli autori dei racconti. L’evento si concluderà con un rinfresco augurale offerto dalla Fipac di Siena.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email