Giovani imprenditori? Con il programma Garanzia Giovani è più facile

Ecco l’avviso pubblico per il finanziamento di progetti di sostegno all’autoimpiego e autoimprenditorialità

giovani-imprenditori

Non ci sono dubbi su quanto sia difficile, anche nel nostro Paese, garantire una seria prospettiva di reddito ed occupazione alla cosiddetta “Generazione Lost”, a coloro che nati dopo i primi anni ’90, devono confrontarsi con un mercato sempre più difficile ed articolato.

Il progetto YOUTH WARRANT STARTUP TRAINING – FIRENZE prova ad occuparsi proprio di questo, mirando a migliorare l’occupabilità dei giovani NEET in età 18-29 anni facendo acquisire loro le competenze necessarie per dare avvio al loro progetto d’impresa/lavoro autonomo e alla successiva gestione dell’attività imprenditoriale. Il progetto intende favorire il lavoro autonomo (apertura di partita iva), la microimpresa, o la rilevazione di un’impresa già avviata o un ramo di essa, purché possieda i requisiti delle iniziative di lavoro autonomo e di microimpresa, come indicato nell’art. 2 del bando).

Collaboreranno alla realizzazione del progetto YOUTH WARRANT STARTUP TRAINING – FIRENZE: Cescot Firenze (soggetto capofila), Irecoop Toscana soc. coop. (partner), Confartis srl (partner), Formaimpresa (partner), Confesercenti Metropolitana di Firenze (partner), Confcommercio Firenze (partner), Confartigianato Imprese Firenze (partner), Fondazione per la ricerca e l’innovazione – Università di Firenze (partner), Artex (partner).

I beneficiari saranno coinvolti in percorsi specialistici mirati di consulenza, formazione ed affiancamento nella fase dello start-up.

Ne parleremo

YOUTH WARRANT STARTUP TRAINING – FIRENZE

LUNEDI’ 23 MAGGIO, ORE 13.00

presso

Sede Confesercenti Città di Firenze, Via Condotta 12

Interverranno

  • Cristina Grieco, Assessore Regionale alla Formazione ed Istruzione
  • Cinzia Caraviello, Direttore Cescot Firenze soggetto capofila del progetto “YOUTH WARRANT STARTUP TRAINING – FIRENZE
  • Interventi dei soggetti partner del progetto.

La stampa è invitata a partecipare.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email