Il Tar riconosce la validità dei patti d’area, la soddisfazione di Confesercenti e Civ Borgo di Pré

Una sentenza del Tar della Liguria ha riconosciuto la piena legittimità dell’operato dell’amministrazione comunale che, lo scorso mese di dicembre, aveva ordinato la chiusura di un minimarket di via Pré. All’esercizio commerciale era stata contestata la violazione del patto d’area a seguito dei ripetuti controlli della Polizia Municipale e dei Carabinieri della Stazione della Maddalena.

«Come Confesercenti esprimiamo la nostra soddisfazione per il risultato raggiunto grazie all’impegno attivo del Civ Borgo di Prè – afferma il vicedirettore provinciale Paolo Barbieri -. Abbiamo sempre creduto fermamente, infatti, che i patti d’area possano rappresentare un importante strumento per il risanamento del territorio ed una vera chiave di sviluppo per il tessuto commerciale presente».

«Ed ora avanti con la riqualificazione – aggiunge Antonio Buccinà, presidente del Civ Borgo di Pré – riteniamo che questa importante vittoria possa rappresentare un chiaro segnale di inversione di tendenza per un quartiere dove vi era necessità di regole certe, evitando inutili tentennamenti o interpretazioni ballerine.

«Vista la piena legittimità dello strumento riconosciuta dal Tar chiediamo sin d’ora di riattivare, una volta insediata la nuova giunta comunale, il tavolo di lavoro per far sì che venga promossa la costituizione di nuovi patti anche in altre aree della città», rilancia Barbieri.

Leggi le altre notizie Dal Territorio 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email