Imprese creative, Confesercenti Padova partecipa al progetto ‘Generazione X(n)’

15 futuri imprenditori a Londra per cogliere l’essenza del mood creativo londinese

Nell’era della globalizzazione dei mercati, del web, del digitale; nel mondo della virtualizzazione, del 3D e della ricerca di innovazione, i giovani, la generazione successiva alla generazione X (post anni ‘80), cercano un loro posizionamento competitivo.  Un posizionamento, anche imprenditoriale, che dia spazio e visibilità, che renda le imprese riconoscibili al pubblico e che favorisca l’attrazione di risorse in termini di competenze, intelligenze e mezzi finanziari.

In tal senso la Confesercenti, attraverso il proprio ente di formazione Cescot Veneto e con il finanziamento del Fondo Sociale Europeo, ha dato avvio al progetto Generazione X(n).

”Un progetto importante, dichiara Maurizio Francescon, Presidente di Cescot Veneto, che da la possibilità a 15 giovani di formarsi, sperimentare e prendere visione, per poi creare la propria impresa utilizzando le competenze acquisite in un’ottica di squadra chiamata a dar vita a realtà emergenti nel campo della tecnologia digitale, del web, delle produzioni e dei service creativi”.

Ed è proprio la creatività che spinge i 15 partecipanti ad affrontare la sfida, impegnandosi in questo percorso formativo innovativo che supera le tradizionali metodologie della lezione frontale e propone una didattica caratterizzata da una intensa interazione docenti-studenti, realizzando inedite forme di integrazione tra le conoscenze derivanti dalla ricerca accademica e quelle derivanti da concrete esperienze imprenditoriali. Obiettivo finale, la creazione di almeno sette nuove imprese.

I partecipanti sono quindi impegnati in diverse fasi che vanno dalla formazione sugli attuali scenari economici e sulle prospettive macro e microeconomiche locali e nazionali, alle normative, alle metodologie di marketing, alle responsabilità e agli adempimenti legali connessi al ruolo ed alla vita di azienda, per poi continuare con momenti di consulenza per lo sviluppo di idee imprenditoriali, consulenza sulla fattibilità, fino all’analisi degli aspetti pratici connessi alla costituzione dell’impresa.

“In mezzo a queste fasi, è stata introdotta l’esperienza, continua Francescon, ovvero un momento di vista esperienzale chiamata  MeetLondon Mood.  

Si tratta di una visita della durata di una settimana, dal 12 al 16 maggio, in cui i partecipanti accompagnati da imprenditori Padovani e docenti, si recheranno in alcuni spazi di coworking londinesi per vivere in prima persona i fondamenti della filosofia di questi luoghi, scambiare esperienze e attivare potenziali collaborazioni legate sia all’innovazione sociale che alla sostenibilità e alla creatività”.

All’interno di questi spazi i partecipanti si andranno a confrontare con professionalità variegate (dall’artigiano digitale all’artista che lavora sulle tecnologie, dal web designer al consulente strategico aziendale), per facilitare la contaminazione tra idee progettuali e imprese già attive in ambienti differenti.

Tutti questi luoghi offriranno quindi ai futuri imprenditori, altre possibilità per la creatività e un nuovo approccio basato sul lavorare assieme grazie alla possibilità di confronto con differenti culture.

IL PROGRAMMA DI MEETLONDON MOOD

Lunedì 12 Maggio ritrovo presso la hall dell’hotel per breve riunione ed introduzione dell’intervento “MeetLondon Mood” con il direttore di Confesercenti Francescon Maurizio e direttore di Cescot Veneto Marco Serraglio.

Mattina visita guidata presso PRINT SPACE:

http://www.bootstrapcompany.co.uk/7_workspaces

L’azienda opera in una straordinaria fabbrica in disuso in Dalston, favorisce la cultura imprenditoriale mettendo a disposizione grandi spazi per imprese durante tutte le fasi: dallo sturt up allo sviluppo.  L’azienda Bootstramp crede nel potere della creatività e delle microimprese, le loro attività principali si contraddistinguono nel sostenere piccole e medie imprese, sviluppare programmi educativi innovativi e creare degli spazi di scambio culturale come THE PRINT HOUSE GALLERY.

 

Nel pomeriggio visita presso V22, un’organizzazione che promuove l’arte, una struttura condivisa. E’ specializzata nella collezione di arte contemporanea, la produzione di mostre, organizzazione di eventi e iniziative educative. Mette a disposizione spazi per dar modo agli artigiani/artisti di lavorare alle proprio opere o per organizzare workshop.

Martedì 13 Maggio

Mattina visita guidata presso: http://www.acava.org/studios/building/limehouse-studios con l’artista Paul Westcombe

Costruita originariamente come scuola professionale, questa costruzione di quattro piani è stata riconvertita nel 1994 dall’azienda ACAVA trasformando gli spazi in studi per artisti, arrivando a Novembre 2013 a 21 anni di contratti di locazione.

Gestita dall’azienda Acava, nel novembre 2013 è stata in grado di raggiungere l’obiettivo di  21 anni di contratti di locazione. L’edificio si compone di 30.000 metri quadrati.

Paul Westcombe è un’artista che ha incominciato a disegnare quasi per caso. Avendo ottenuto un lavoro come parcheggiatore da turni di 12 ore, spinto dalla noia ha iniziato a disegnare su qualsiasi materiale che gli capitava per le mani: sulle entrate della metropolitana di Londra, stura lavandini, manici di scopa ma in particolare sui contenitori/tazze di caffè di carte appena versato nel tentativo di rimanere sveglio durante il turno di lavoro.

Queste ultime superfici sono state le più ideali per rappresentare i momenti di solitudine di Westcombe

Pomeriggio: visita dei quartieri di Brick Line e di Truman Brewery

Nel gergo di Londra, l’area di Brick Lane, data l’altissima concentrazione di immigrati sud-asiatici specie in passato, è conosciuta anche con il nome di “Bangla Town”.

Dagli anni ’90 Brick Lane ha iniziato a svilupparsi come centro di cultura, grazie all’altissima concentrazione di ristoranti di cucina indiana, ma anche per la vicinanza della London Metropolitan University. Molti studenti hanno iniziato a vivere nell’area per la comodità e vicinanza al centro, che si è popolata di negozi, locali, bar tra i più famosi di tutta Londra.

La zona è anche un vivido centro artistico, con frequenti iniziative ed esposizioni (a volte proprio all’interno di bar e locali), numerosi atelier di moda (è a tutti gli effetti una zona dove molte tendenze nascono), e famose opere di street-art tra le quali spiccano alcuni lavori di Banksy.

The Old Truman Brewery è sede di un alveare di imprese creative, esclusivi negozi, gallerie, mercati, bar e ristoranti. Per quindici anni la Old Truman ha rigenerato i 10 ettari di edifici vuoti e abbandonati in spettacolari spazi per uffici, negozi e spazi di svago ed eventi. Questo quartiere è sede di un mix perfetto tra affari e piacere

Mercoledì 14 Maggio

Mattina visita presso Burro e Salvia Backery http://www.burroesalvia.co.uk/

Nel cuore del quartiere Shoreditch, a due passi dalla celebre Brick Lane, si trova Burro e Salvia, un pastificio a conduzione italiana con la passione per la cucina e la pasta fresca. A suoni di mattarello, l’azienda ha fatto proprio della pasta fresca il proprio elemento cardine: essa rappresenta un ritorno alle origini, uno stile di vita e la rappresentazione di una cultura, quella italiana, invidiata in tutto il mondo. I proprietari Gaia Enria e Luca Seminara illustreranno i prodotti, qual è il concetto di pasta all’estero e cosa preferiscono gli inglesi. L’azienda propone anche eventi e corsi di cucina, mette in vendita selezionati prodotti gastronomici e alcuni oggetti di design per la casa, diventando un concept nuovo nella scena eno-gastronomica londinese.

Pomeriggio visita presso South Bank Center: http://www.southbankcentre.co.uk/

Southbank Centre è un centro d’arte di fama mondiale sulla riva sud del Tamigi. Creata nel 1951 per il Festival of Britain ,Southbank Centre attinge la sua eredità come un sito del festival , con l’arte e le attività all’interno e all’esterno . Tutti sono invitati a partecipare nelle arti in modi nuovi e creativi.

Offre una vasta gamma di eventi culturali, si possono gustare musica, danza, arte, performance ed eventi Spoken Word durante tutto l’anno. E’ possibile partecipare ad attività ed eventi gratuiti e godere di una vasta gamma di ristoranti, caffè e negozi.

La filosofia dell’azienda è quella di impegnarsi a lavorare con i giovani emergenti e affermati talenti in tutta la comunità artistica.

Giovedì 15 Maggio

Giornata dedicata a http://www.museumsandheritage.com/

Il Museum and Heritage Show  è l’evento più coinvolgente ed eccitante del Regno Unito per il settore culturale. Raccoglie tutte le ultime tecnologie e servizi ed è pensato per professionisti che lavorano in musei, gallerie, gestione dei patrimoni culturali e visite culturali.

Il programma proposto dallo Show, assieme alle discussioni live, le special feature e il lancio di nuovi prodotti, fa del Museum un “must do” per tutte le persone che cercano di essere sempre un passo avanti.

Venerdì 16 Maggio

Mattina visita presso la galleria Paradise Row Galleryhttps con l’organizzatrice dell’evento Attilia Fattori.

Paradise Row presenta “Sticks&Drones”, il debutto solista del Regno Unito e la mostra di nuovi lavori dell’artista di Los Angeles Eric Yahnker.

Usando matita colorata, vividamente disegnate, le grandi opere satiriche di Yahnker offrono un commento spiritoso sulla semiotica della cultura e della politica americana contemporanea .

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email