Imprese: nasce Gig-Imprese Confesercenti, rappresentanza per tutte le piattaforme italiane della Gig-Economy

Giovedì 26 luglio, al tavolo convocato del Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, Confesercenti proporrà nuove idee per il lavoro nelle imprese della Gig Economy

Non solo food-delivery. Nasce Gig-Imprese, un nuovo soggetto associativo che si candida a punto di riferimento di tutte le piattaforme digitali italiane, dalla ristorazione al turismo e ai servizi. A costituirlo è Confesercenti, con l’obiettivo di rappresentare in maniera unitaria le esigenze delle protagoniste della nostra Gig Economy.

Un modello economico innovativo e gradito ai consumatori, che negli ultimi due anni ha vissuto una crescita esponenziale. Ma che ha bisogno di un quadro normativo chiaro e stabile per esprimere tutte le sue potenzialità, particolarmente interessanti per le imprese di minori dimensioni, che costituiscono oltre il 90% del tessuto imprenditoriale italiano. Tanto che sono già oltre 100mila le micro, piccole e medie attività – tra cui molte associate Confesercenti – che offrono prodotti e servizi on demand attraverso le piattaforme digitali.

Gig-Imprese Confesercenti si occuperà di promuovere la sostenibilità e la crescita di questo settore, per coniugare regole e flessibilità dei lavoratori della Gig Economy, che necessitano di tutele ad hoc non riconducibili alle classiche figure del lavoro subordinato, e per creare rapporti più strutturati tra le piattaforme digitali e le imprese. Giovedì 26 luglio, al tavolo convocato del Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, Confesercenti proporrà nuove idee per il lavoro nelle imprese della Gig Economy.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email