Inflazione, Istat: “A gennaio ferma a 0,7%”

Confesercenti: ancora ferma come i consumi. La ripresa della domanda si sposta a fine 2014A gennaio 2014 l’inflazione su base annua resta ancora ferma allo 0,7%, lo stesso valore già registrato a dicembre e novembre, che risulta il più basso da oltre quattro anni (novembre 2009). Lo rileva l’Istat nelle stime. Basti pensare che a inizio 2013 il tasso era il triplo (2,2%). Su base mensile invece l’aumento è dello 0,2%.

“I fattori stagionali e il trascinamento dal 2013 concorrono a mantenere stabile a gennaio il tasso di inflazione annuale e sembrano allontanare lo spettro della deflazione. Non si deve però abbassare la guardia – sottolinea Confesercenti in una nota – : il tasso è infatti fermo su valori molto bassi, anche a causa di una domanda interna ancora molto debole e la cui ripresa si è ormai spostata nella parte finale del 2014. Per scongiurare del tutto la possibilità di deflazione dobbiamo far ripartire il mercato interno, attraverso il rilancio degli investimenti, a partire dalle opere pubbliche, e da una significativa diminuzione del carico fiscale su imprese e famiglie. Solo così creeremo le condizioni per favorire gli investimenti e di conseguenza una ripresa dell’economia stabile e significativa”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email