Inflazione: nel 2015 rallenta a +0,1%, è il terzo anno consecutivo

Nel 2015, l’inflazione rallenta per il terzo anno consecutivo, portandosi a +0,1% da +0,2% del 2014. A comunicarlo è l’Istat, confermando la stima provvisoria del mese di dicembre, che vede l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, al lordo dei tabacchi, registrare una variazione nulla rispetto al mese precedente e un aumento dello 0,1% nei confronti di dicembre 2014, lo stesso di novembre.

A dicembre l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), al lordo dei tabacchi, registra una variazione nulla rispetto al mese precedente e un aumento dello 0,1% nei confronti di dicembre 2014, lo stesso registrato a novembre, confermando la stima provvisoria. Lo rileva l’istat. In media, nel 2015, l’inflazione rallenta per il terzo anno consecutivo, portandosi a +0,1% da +0,2% del 2014. L’inflazione di fondo, al netto degli alimentari freschi e dei prodotti energetici, si conferma a +0,7%.Le famiglie con minore capacità di spesa registrano una variazione negativa dei prezzi, misurata dall’indice Ipca (-0,2%), mentre per quelle con maggiore capacità di spesa la variazione è positiva e pari a +0,4% .L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (Foi), al netto dei tabacchi, registra una variazione nulla sia su base mensile, sia su base annua e una diminuzione dello 0,1% nella media del 2015.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email