Istat: “A giugno inflazione in lieve rialzo, sale a 1,2%”

In salita dello 0,3% su base mensile, spinta da carburanti. Rincara il carrello della spesa

A giugno la crescita dei prezzi dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto, il cosiddetto carrello della spesa (dal cibo ai carburanti),  è pari all’1,7% su base annua. Un valore più alto sia rispetto a quello di maggio (+1,5%) sia a confronto con l’inflazione (+1,2%). E’ quanto rileva l’Istat  che su base mensile, secondo le stime provvisorie, sottolinea un aumento pari allo 0,4%.
L’inflazione a giugno segna una lieve risalita, con il tasso che su base annua passa all’1,2% dall’1,1%, valore registrato sia a maggio sia ad aprile. Si tratta del primo rialzo da agosto 2012. L’Istat aggiunge che su base mensile i prezzi crescono dello 0,3%, soprattutto grazie al sostegno arrivato dai carburanti.
I prezzi dei carburanti a giugno, infatti, rialzano la testa rispetto a maggio, mentre rallentano la discesa su base annua.  Entrando nel dettaglio, le quotazioni della benzina salgono dell’1,2% su base mensile, mentre risultano ancora in calo scendendo del’1,4% su base annua (in attenuazione dal -5,0% di maggio);  mentre per il gasolio l’Istituto registra una crescita dell’1,0% in termini congiunturali e una flessione dell’1,7% a livello tendenziale (anche in questo caso dal -5,0% di maggio).

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email